giovedì, 8 Dicembre 2022
HomeRelazioni internazionaliIl presidente dell’Unione Africana Macky Sall da Putin per discutere dello sblocco...

Il presidente dell’Unione Africana Macky Sall da Putin per discutere dello sblocco dell’export del grano

Macky Sall chiede il rilascio delle scorte di cereali, il cui blocco "colpisce in particolare i Paesi africani”

Il capo di stato senegalese Macky Sall, attuale presidente dell’Unione africana (UA), è giunto giovedì 2 giugno a Sochi, in Russia, per discutere con il suo omologo russo Vladimir Putin del conflitto in Ucraina e dello sblocco dell’export di grano.

L’UA spera di “contribuire ad una pausa nella guerra in Ucraina e al rilascio di scorte di cereali e fertilizzanti.”

In un messaggio inviato martedì ai vertici dei Paesi europei riuniti a Bruxelles, il presidente senegalese aveva chiesto di fare di tutto “per liberare le scorte di grano disponibili”.

Macky Sall aveva citato “lo scenario catastrofico di carenze e aumenti dei prezzi”. Ha sottolineato che la crisi attuale ha fatto seguito a quella del Covid-19 e che quest’ultimo aveva già aggravato la fame in Africa. Infatti, prima della guerra, Russia e Ucraina rappresentavano insieme il 30% delle esportazioni mondiali di grano. Secondo le Nazioni Unite, l’Africa nel 2020 aveva circa 282 milioni di persone che soffrivano di denutrizione.

Secondo il presidente senegalese, l’obiettivo è evitare una grave crisi alimentare in Africa. Perché oltre all’aumento del prezzo del grano, ora è l’impennata del prezzo dei fertilizzanti – prodotti principalmente in Russia, Ucraina e Bielorussia – a minacciare il raccolto. Secondo Macky Sall, questa impennata potrebbe portare a un crollo del 20-50% dei raccolti di cereali in Africa quest’anno.

Carlotta Monti
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione (LM94)
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti