sabato, 13 Agosto 2022
HomeNotizie dal mondoI turisti dell'UE potrebbero presto dover richiedere un’autorizzazione prima di entrare nel...

I turisti dell’UE potrebbero presto dover richiedere un’autorizzazione prima di entrare nel Regno Unito

Priti Patel conferma l'intenzione di introdurre un’autorizzazione di viaggio elettronica per i visitatori provenienti dall’Unione europea

Il Regno Unito prevede di implementare valichi di frontiera negli aeroporti a partire dal 2024, secondo il ministro dell’Interno Priti Patel.

Il programma ha lo scopo di ridurre le code al confine, contribuendo ad accelerare i viaggi legali verso il Regno Unito.

I viaggiatori saranno sottoposti a “pre-screening”, afferma il governo, consentendo loro di essere identificati al confine utilizzando la tecnologia più recente.

«In qualità di ministro dell’Interno mi sono concentrato sul riprendere il controllo del nostro sistema di immigrazione attraverso il mio nuovo piano per l’immigrazione», ha affermato Priti Patel, secondo quanto riporta Euronews.

«Ciò include la garanzia di avere un confine adatto al 21° secolo che consenta ai viaggiatori di ottenere un visto e passare facilmente attraverso il confine, pur mantenendo la sicurezza nazionale».

Secondo il quotidiano britannico The Times, potrebbe essere utilizzata la  tecnologia di riconoscimento facciale a tale scopo. Richiederebbe ai viaggiatori internazionali di inviare dettagli biografici e biometrici, come le foto dei loro volti attraverso il nuovo schema di autorizzazione elettronica al viaggio (ETA – Electronic Travel Authorization) prima di volare.

Come parte di un piano per trasformare la UK Border Force, il Ministero dell’Interno intende introdurre uno schema di “permesso di viaggio” a partire dal 2023. Tutti coloro che desiderano visitare il Regno Unito avranno bisogno di tale permesso prima di viaggiare.

I titolari di passaporto britannico e irlandese non dovranno fare nulla, ma tutti gli altri dovranno richiedere un visto o un’autorizzazione di viaggio elettronica.

Tutti i visitatori che attualmente non necessitano di un visto per entrare nel Regno Unito, compresi quelli provenienti dall’UE, dovranno richiedere un ETA che potrebbe costare circa £ 18 (€ 21). Un documento che dettaglia il piano del Ministero dell’Interno afferma che dovranno fornire dettagli biografici, biometrici e di contatto e rispondere a una serie di “domande di idoneità”.

Non si tratta di un visto, ma consentirà ad un individuo di salire a bordo di un volo per recarsi nel Regno Unito. Sarà simile al sistema elettronico statunitense per l’autorizzazione al viaggio (ESTA – Electronic System for Travel Authorization) introdotto dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre.

L’ETA dovrebbe essere introdotto per i cittadini dell’UE entro la fine del prossimo anno.

Carlotta Monti
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione (LM94)
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti