venerdì, 12 Agosto 2022
HomeLingue e CultureLago dei Cigni: una versione inaudita della pattinatrice russa Tat'jana Navka

Lago dei Cigni: una versione inaudita della pattinatrice russa Tat’jana Navka

L’ex campionessa olimpica russa di pattinaggio sul ghiaccio delle Olimpiadi di Torino del 2006 presenta una versione rivisitata del finale del balletto del compositore russo Čajkovskij

La rappresentazione del balletto “Lago dei Cigni” sul ghiaccio si è tenuta a Mosca nell’arena “Megasport”. Il ruolo della protagonista Odette è stato interpretato dalla pattinatrice russa campionessa olimpica, mondiale ed europea Tat’jana Navka. Nel cast di pattinatori figura anche la figlia di sette anni.

Tat’jana Navka e il suo partner pattinatore Roman Kostomarov in gara. Fonte: Wikimedia Commons.

«Sin da piccola sognavo di poter interpretare il ruolo del cigno bianco o nero sul ghiaccio. Nella mia carriera sportiva non ci sono riuscita. E ora, qui, il mio sogno è diventato realtà», ha affermato l’ex olimpionica.

La prima del balletto sul ghiaccio era stata programmata un anno fa, ma a causa della pandemia è stata rimandata a quest’anno. Ciò nonostante, secondo la visione della pattinatrice russa questo ritardo è solo andato a beneficio della riuscita della messa in scena del balletto sul ghiaccio. 

Tat’jana Navka. Fonte: Wikimedia Commons.

Un ospite speciale è stata la tredicenne russa Tat’jana Trotsenko, affetta da una grave malattia. 

«È una ragazza molto forte. Sono felicissima che sia qui oggi e abbia ricevuto una carica di emozioni. Spero che tu guarisca e sia con noi ogni anno», ha affermato l’ex pattinatrice russa invitando sul ghiaccio la giovane tredicenne.

I produttori della nuova versione hanno rivisitato il balletto a tutti i livelli, dalla drammaturgia agli effetti speciali. La narrazione è in prima persona: il principe Siegfried è interpretato dal cinque volte campione di pattinaggio russo-statunitense Peter Černyšev. Siegfried incontra le sorelle cigni: Odette bianca e Odile nera e scopre che lo stregone ha lanciato un incantesimo su di loro per volontà della Regina Madre. Il principe dovrà fare una scelta tra le due ragazze, poiché solo il suo amore è in grado di spezzare l’incantesimo. Il lato oscuro del cigno è interpretato dal pattinatore italo-russo Ivan Righini. 

Il finale di questa versione è più felice rispetto all’originale dove Odette e Siegfried muoiono inghiottiti dalle acque di un lago. L’unica decorazione stazionaria è il castello del principe. Grazie a effetti luce, il ghiaccio si trasforma in lago: gli amanti si innalzano sopra l’ambiente che li circonda e i cigni si librano sopra l’arena e il pubblico. 

Lo spettacolo sarà riproposto sul primo canale russo in diretta l’8 gennaio alle ore 17:50 ore locali (15:50 ora italiana). Ad allietare la serata ci saranno varie esibizioni di campioni di pattinaggio sul ghiaccio russi. «La nostra speranza è che il mondo intero vedrà lo spettacolo», ha concluso Tat’jana Navka. 

Marco Buccella
Studente della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti