sabato, 10 Dicembre 2022
HomeLingue e CultureTradizionale sfilata dei Re Magi: strade spagnole si riempiono nonostante le restrizioni

Tradizionale sfilata dei Re Magi: strade spagnole si riempiono nonostante le restrizioni

In molte città si è tornati alle tradizionali sfilate, in altre, si è optato per rappresentazioni statiche nei padiglioni al fine di prevenire i nuovi contagi della variante Omicron

Né la pioggia, né le basse temperature e tantomeno il coronavirus hanno impedito l’arrivo dei Re Magi dall’Oriente. Come ogni anno, il giorno dell’epifania, Melchiorre, Gaspare e Baldassarre sono giunti in molte città e borghi della Spagna, annunciando il loro arrivo carico di doni e felicità

A Barcellona sono sbarcati al porto e successivamente hanno intrapreso la loro cavalcata per le strade della città. Melchiorre ha voluto ringraziare tutti i bambini presenti: «un esempio di coraggio in un periodo così difficile a causa della pandemia», aggiungendo di essere contento nel vederli in uno stato di felicità ed entusiasmo per il loro arrivo. I tre Re Magi hanno percorso i principali punti di interesse della città a bordo di una carrozza nuova di zecca, indossando mascherine e senza poter distribuire le caramelle e i dolcetti ai bambini per via delle nuove restrizioni. 

Da sinistra a destra: Melchiorre, Gaspare e Baldassarre. Fonte: pixabay.com.

«Il futuro che verrà, non ne dubitate, sarà molto meglio del passato; ricordate che noi tre saremo sempre al vostro fianco», ha affermato Melchiorre prima di dare inizio ai festeggiamenti. 

Alle 18:30 la tradizionale sfilata ha riempito le strade di Madrid: meno presenti e trasmissione in diretta sul web. Tutto è ruotato attorno all’unico documento superstite del teatro liturgico medievale spagnolo: “Auto de los Reyes Magos”. La tematica centrale è stata l’astrologia, poiché Melchiorre, Gaspare e Baldassarre sono identificati nel XII secolo come astrologi e saggi.

Un grande telescopio ha guidato i Re Magi fino al Municipio di Madrid; ogni carrozza è stata adornata con pergamene e papiri accumulati dopo innumerevoli anni di studio, emblema della conoscenza e del sapere. La carrozza azzurra di Melchiorre simboleggia l’astronomia, quella rossa di Gaspare l’alchimia e, infine, quella verde di Baldassarre rappresenta la botanica.

Bilbao ha optato per una sfilata più restrittiva, sospendendo la tradizionale parata. Per i bambini presenti è stato possibile dare un saluto ai Re magi nel padiglione dell’Arena di Bilbao.

A Malaga, i più piccoli hanno scritto una lettera chiedendo espressamente che tutti i bambini possano avere una famiglia che li ama. 

A Pamplona, i Re Magi sono arrivati a galoppo di cammelli, percorrendo il tradizionale itinerario per le vie della città. Affacciandosi da un balcone, Gaspare si è rivolto ai più piccoli esortandoli ad aiutare in casa, andare a letto presto e lasciare pronte le scarpe in modo tale da poter essere riempite da caramelle e regali dei Re Magi.

«Siete la luce del mondo. Continuate a studiare. Abbiate fiducia e rispetto dei vostri genitori e solo così sarete i migliori bambini del mondo», ha concluso Baldassarre rivolgendosi ai bambini e alle bambine presenti.

Marco Buccella
Studente della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti