lunedì, 5 Dicembre 2022
HomeNotizie dal mondoColombia: Gustavo Petro è il candidato favorito per le elezioni presidenziali

Colombia: Gustavo Petro è il candidato favorito per le elezioni presidenziali

Il prossimo 29 maggio in Colombia si terranno le elezioni presidenziali e il candidato Gustavo Petro sembra essere il favorito

In Colombia le elezioni presidenziali si avvicinano e i sondaggi danno come favorito il candidato Gustavo Petro, aspramente criticato dai suoi oppositori di destra. Il candidato Federico Fico Gutiérrez, ad esempio, lo definisce il Putin colombiano, nonostante Petro abbia condannato l’invasione in Ucraina.

Andrés Pastrana, l’ex presidente colombiano, alleato di Gutiérrez, ha affermato che sarebbe in atto una truffa elettorale decisa in una riunione segreta tra Petro e l’impresa spagnola di software elettorale Indra. Tuttavia, non ha fornito nessuna prova in merito alle accuse.

Nelle elezioni primarie di marzo, Petro è stato scelto come candidato della coalizione di sinistra Pacto Histórico con 4 milioni di voti, che potrebbero arrivare a 6 nelle presidenziali e conferirgli così una vittoria schiacciante. Durante la stessa giornata elettorale, in cui si sono tenute anche le elezioni parlamentari, i candidati al Senato e alla Camera della coalizione di Petro hanno ricevuto più voti rispetto a qualsiasi altra coalizione; nonostante ciò, il Partito Liberale è stato quello a ricevere più seggi.

Tuttavia, l’estrema polarizzazione presente nel paese continua ad acuire il dibattito. Il Congresso è nettamente diviso tra la destra e la sinistra e non risulta esserci abbastanza spazio per il candidato di centro, l’ex sindaco di Medellín, Sergio Fajardo. Gutiérrez, anche lui ex sindaco della città, è ritenuto il principale rivale di Petro, e incarnerebbe il candidato prediletto per tutti coloro che odiano o temono Petro.

È logico quindi aspettarsi che in questa ultima fase della campagna elettorale tutti gli oppositori attaccheranno duramente Petro, e la guerra attualmente in corso in Ucraina darà molti appigli per farlo. Personaggi come l’ex presidente conservatore Álvaro Uribe hanno infatti delineato delle strategie di demonizzazione dei propri avverarsi e di diffusione di notizie più o meno false che hanno avuto dei riscontri eccellenti nelle scorse elezioni colombiane.

La situazione sembra però diversa rispetto al passato, perché nei quartieri più poveri di Medellín la fame ha preso il sopravvento rispetto al passato. In questi luoghi non si parla d’altro che dell’aumento del prezzo delle patate, che costano il 160% in più rispetto allo scorso anno, e anche del pane. Dopo anni di apertura economica, la Colombia dipende dalle importazioni di alimenti il cui prezzo è salito alle stelle negli ultimi mesi, problema aggravato anche dal collasso del peso colombiano rispetto al dollaro.

Con il voto di quartieri popolari come quello di Ciudad Bolívar, sommato a quello dei giovani, Petro potrebbe vincere la prima tornata elettorale il prossimo 29 di maggio. Una possibile alleanza con il partito liberale dell’ex presidente César Gaviria potrebbe ulteriormente aumentare la possibilità di vittoria.

Megan Manduca
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti