martedì, 9 Agosto 2022
HomeRelazioni internazionaliIl vertice Quad a Tokyo

Il vertice Quad a Tokyo

Stati Uniti, Giappone, India e Australia si sono riunti a Tokyo per partecipare al vertice Quad, Quadilateral Security Dialogue. Biden afferma la necessità di una regione Indo-Pacifica più libera dai conflitti interni e più aperta

Martedì 24 maggio si è tenuta a Tokyo il vertice del Quad, alleanza strategica composta da Stati Uniti, Australia, India e Giappone. Presenti i quattro leader: il presidente Biden, il primo ministro giapponese Fumio Kishida, il primo ministro indiano Narendra Modi e il primo ministro australiano Anthony Albanese. L’obiettivo del Quad è quello di approfondire e rafforzare i legami economici, diplomatici e militare tra i quattro paesi e di cooperare congiuntamente su questioni di interesse nella regione Indo-Pacifica.

L’alleanza voleva mandare un messaggio forte di unione e solidarietà nei confronti dell’Ucraina, tuttavia, il rifiuto dell’India di condannare l’invasione russa o di imporre sanzioni ha costretto il Quad a emettere un’ambigua condanna. Attualmente, l’India acquista la maggior parte del suo equipaggiamento militare dalla Russia.

Tutti i leader hanno dichiarato che si oppongono a tutti i tentativi di cambiare lo status quo con la forza nella regione Indo-Pacifica e si sono opposti alla militarizzazione o all’uso pericoloso di navi sempre in questa area. Un chiaro riferimento alle attività cinesi nel Mar Cinese meridionale e orientale.

Il presidente Biden ha sottolineato la necessità di una regione Indo-Pacifica più libera da conflitti interni, aperta, sicura e resiliente soprattutto a seguito dell’invasione russa in Ucraina. «L’assalto della Russia all’Ucraina non fa che aumentare l’importanza dei nostri obiettivi, principi fondamentali dell’ordine internazionale».

Allo stesso modo, il premier giapponese Kishida ha ribadito «L’invasione russa è una sfida diretta ai principi delle Nazioni Unite». Ha anche annunciando che l’alleanza investirà 50 miliardi di dollari in infrastrutture nella regione Indo-Pacifica.

Inoltre, tra i temi discussi la creazione di piattaforme per la condivisione delle informazioni marittime, i vaccini per combattere la pandemia, il cambiamento climatico e la minaccia sempre più pressante dei test missilistici effettuati dalla Corea del Nord.

Di contro, la Cina ha descritto il Quad come un tentativo di formare una versione asiatica della Nato, accusando l’alleanza di alimentare la rivalità geopolitica.

Silvia Spera
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti