domenica, 4 Dicembre 2022
HomeRelazioni internazionaliBiden: Putin ha sbagliato i calcoli ma è un attore razionale

Biden: Putin ha sbagliato i calcoli ma è un attore razionale

Biden ha dichiarato di ritenere Putin un attore razionale che tuttavia ha mal valutato la sua capacità di invadere l'Ucraina e di reprimere il suo popolo

Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato di ritenere il Presidente russo Vladimir Putin un «attore razionale che ha sbagliato notevolmente i calcoli» riguardo alla guerra ucraina. In tal senso, la scorsa settimana ha affermato che il rischio di nucleare è «al punto più alto degli ultimi 60 anni».

Dall’inizio della guerra, Biden e i leader occidentali stanno dibattendo su quali passi Putin potrebbe compiere e se stia agendo razionalmente. Biden ha definito «ridicoli» gli obiettivi del leader russo in Ucraina, tra cui «essere il leader della Russia che unisce tutti i russofoni».

Secondo il Presidente degli Stati Uniti, Putin ha commesso l’errore di dare per scontato che gli ucraini si sarebbero sottomessi all’invasione russa, previsione presto smentita dalla sentita resistenza ucraina. «Credo che (Putin) pensasse che sarebbe stato accolto a braccia aperte, che a Kiev avrebbe trovato la casa della Madre Russia: ma ha completamente sbagliato i calcoli», afferma Biden.

La controffensiva lanciata dall’Ucraina il mese scorso è infatti riuscita a riconquistare il territorio precedentemente detenuto dai russi, compresi gli snodi critici dei trasporti. Le perdite si sono rivelate imbarazzanti per la Russia, il cui esercito ha faticato molto negli ultimi mesi.

Tuttavia, questa settimana la Russia ha lanciato una delle campagne di bombardamento più feroci dall’inizio della guerra fino alla città occidentale di Lviv, a centinaia di chilometri dai principali teatri di guerra nell’Ucraina orientale e meridionale, causando 19 vittime e più di 100 feriti in tutto il Paese.

A tal proposito, Biden ha incontrato virtualmente i membri del Gruppo dei 7 Paesi più industrializzati (G7), che hanno ascoltato il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky sulla necessità di rafforzare le difese aeree nazionali in seguito ai nuovi bombardamenti russi. Zelensky ha affermato che «gli sforzi comuni per creare uno scudo aereo per l’Ucraina devono essere intensificati in mezzo alla raffica di missili da crociera e di droni russi».

I funzionari della Casa Bianca hanno dichiarato che gli Stati Uniti sono pronti a rafforzare ulteriormente le difese aeree dell’Ucraina, anche attraverso i sistemi di difesa missilistica, la cui consegna è stata accelerata da Biden durante l’estate.

Dal canto suo, Putin potrebbe impiegare nuove tattiche per terrorizzare gli ucraini all’approssimarsi dell’inverno, come dimostra l’intenso assalto aereo della Russia sulla capitale ucraina Kyiv e le sue infrastrutture civili.

Martina Tominic
Studentessa della Facoltà di Economia.
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti