lunedì, 30 Gennaio 2023
HomeNotizie dal mondoCanada: presunto serial killer accusato di aver ucciso quattro donne indigene

Canada: presunto serial killer accusato di aver ucciso quattro donne indigene

Un uomo canadese già accusato dell'omicidio di una donna è stato accusato dalla polizia della città di Winnipeg in relazione ad altre tre morti

Lo scorso maggio la polizia aveva accusato un uomo canadese di 35 anni di aver ucciso una vittima, la 24enne Rebecca Contois. Giovedì scorso l’uomo è stato accusato di altri tre omicidi di primo grado. Si ritiene che tutte le vittime siano donne indigene, ha dichiarato la polizia di Winnipeg.

Secondo quanto riporta la BBC, la polizia ha identificato il sospetto come Jeremy Skibicki di Winnipeg, arrestato per la prima volta il 18 maggio in relazione all’omicidio della signora Contois, membro della Prima Nazione O-Chi-Chak-Ko-Sipi nella provincia di Manitoba. In una conferenza stampa tenutasi giovedì, gli investigatori hanno dichiarato di ritenere Skibicki responsabile di altre tre morti.

Il capo della polizia Danny Smyth ha affermato che «è sempre inquietante quando c’è un qualsiasi tipo di omicidio seriale», aggiungendo che questi omicidi sono particolarmente inquietanti perché «coinvolgono donne indigene».

Morgan Beatrice Harris, 39 anni, è stata uccisa intorno al primo maggio, mentre Marcedes Myran, 26 anni, è stata uccisa circa tre giorni dopo. Entrambe le donne sono membri della Long Plain First Nation ma vivevano a Winnipeg.

La polizia non ha ancora identificato la quarta vittima. Ha fatto appello al pubblico per ottenere informazioni e ha diffuso le foto di una giacca invernale che le apparteneva. Gli investigatori, tuttavia, hanno dichiarato di ritenere che anche la vittima non identificata sia una donna indigena di circa 20 anni.

I corpi di Harris, Myran e della donna non identificata non sono ancora stati recuperati. I resti di Cantois sono stati scoperti il 16 maggio in un bidone nella zona nord di Winnipeg.

Il Canada ha una storia di violenza sproporzionata nei confronti delle donne indigene, che è stata definita un “genocidio” da un’inchiesta pubblica nazionale nel 2019.

L’inchiesta nazionale sulle donne e le ragazze indigene uccise e scomparse ha rilevato che circa 1.200 donne in Canada sono state uccise o sono scomparse tra il 1980 e il 2012, ma si ritiene che il numero sia più alto.

Nel 2014 l’agenzia statistica federale del Paese ha riferito che le donne indigene hanno una probabilità sei volte maggiore di essere vittime di un omicidio rispetto alle donne non indigene.

Martina Tominic
Studentessa della Facoltà di Economia.
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti