lunedì, 20 Maggio 2024
HomeRelazioni internazionaliWashington: Biden e gli errori in Afghanistan

Washington: Biden e gli errori in Afghanistan

L'amministrazione Biden contro Trump per aver costruito già in principio delle cattive basi per il ritiro dei militari dall' Afghanistan

L’amministrazione degli Stati Uniti, guidata da Joe Biden, difende la decisione del ritiro delle truppe americane dall’Afghanistan, ammettendo però che tale esperienza ha evidenziato la necessità di utilizzare strategie più idonee per fronteggiare scenari ad alto rischio nel futuro.

Le agenzie governative degli Stati Uniti, coinvolte nel ritiro, hanno incolpato l’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump per i problemi che hanno portato alla caotica uscita degli Stati Uniti dal paese, secondo quanto riportato da Al Jazeera.

L’amministrazione Trump aveva siglato un accordo sul ritiro delle truppe con i talebani, ma non aveva pianificato una strategia per portarlo a termine. L’amministrazione Biden aveva in programma di portare a termine l’accordo, tuttavia, le difficoltà riscontrate dal Presidente su come eseguire un ritiro delle truppe erano fortemente complicate a causa delle condizioni create dal suo predecessore.

Il governo afghano, sostenuto a livello internazionale, è crollato nell’agosto del 2021 quando i talebani hanno ripreso il controllo della capitale, Kabul, durante il ritiro delle forze statunitensi.

Le truppe americane durante il ritiro hanno cercato di attuare delle operazioni per riuscire a salvare gli afghani che stavano scappando.

Durante l’evacuazione, un attentato suicida del ramo afghano dell’ISIS ha ucciso almeno 175 persone, tra cui 13 militari statunitensi.

Tuttavia, nonostante le critiche rivolte sia nei confronti dell’amministrazione Trump, che ha avviato il ritiro delle truppe americane dopo 20 anni in Afghanistan, sia nei confronti dell’amministrazione Biden, per la cattiva gestione del ritiro, quello che emerge è la fine di una delle guerre più lunghe condotte dagli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti insieme agli alleati hanno invaso l’Afghanistan nel 2001 dopo gli attacchi dell’11 settembre di Al-Qaida a New York e Washington.

Washington, dall’esperienza afghana ha compreso la necessità di pianificare in tempo evacuazioni e strategie per fronteggiare scenari come questi, secondo quanto riportato da Al Jazeera.

Giulia De Franco
Studentessa Investigazione, Criminalità e sicurezza Internazionale
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti