giovedì, 29 Febbraio 2024
HomeRelazioni internazionaliAzerbaigian: dipendenti iraniani espulsi dall'ambasciata

Azerbaigian: dipendenti iraniani espulsi dall’ambasciata

Quattro dipendenti iraniani vengono espulsi dall'ambasciata azera per azioni contrarie allo status diplomatico: 48 ore per lasciare il paese

L’Azerbaigian ha dichiarato di voler espellere quattro diplomatici iraniani per aver condotto azioni non inerenti allo status diplomatico.

La decisione, da parte dell’ambasciata azera, avviene a causa dell’arresto di sei uomini che secondo la polizia erano collegati ai servizi segreti iraniani e stavano organizzando un colpo di stato nella nazione.

L’Azerbaigian è uno stretto alleato della storica rivale dell’Iran, la Turchia e ultimamente ha anche stretto rapporti con un altro rivale di Teheran, Israele.

Il ministero degli Esteri di Baku, Jeyhun Bayramov, ha convocato l’ambasciatore iraniano comunicandogli che i quattro dipendenti dell’ambasciata hanno 48 ore per lasciare il paese poiché sono stati dichiarati persone non gradite per aver svolto attività incompatibili con lo status diplomatico, secondo quanto riportato da Al Jazeera.

Le relazioni tra l’Iran e l’Azerbaigian, non sono mai state lineari, inoltre, a causa di continui avvenimenti, i due rivali non riescono a trovare punti d’incontro. A gennaio, l’Azerbaigian aveva deciso di chiudere la sua ambasciata a Teheran dopo che il suo capo della sicurezza era rimasto ucciso durate un attacco. Tuttavia, l’amministrazione azera poco tempo fa ha aperto un’ambasciata in Israele, azione criticata dall’Iran che considera l’avvicinamento tra Baku e Gerusalemme come “anti-iraniano”.

Anche Baku critica l’Iran per il presunto sostegno all’Armenia nel conflitto decennale sulla regione separatista del Nagorno-Karabakh.

Giulia De Franco
Studentessa Investigazione, Criminalità e sicurezza Internazionale
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti