domenica, 19 Maggio 2024
HomeRelazioni internazionaliTelefonata Biden-Erdogan: congratulazioni, F-16 e candidatura della Svezia alla NATO

Telefonata Biden-Erdogan: congratulazioni, F-16 e candidatura della Svezia alla NATO

Lo scorso lunedì 29 magio, il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, si è complimentato con Recep Tayyip Erdogan per la sua rielezione, avvenuta in seguito alla fase di ballottaggio contro il riformista Kemal Kilicdaroglu. I due leader hanno anche discusso di questioni come l’acquisto da parte della Turchia di aerei da combattimento F-16 e l’adesione della Svezia alla NATO.

Durante la conversazione, Erdogan ha ribadito il desiderio di Ankara di acquistare aerei da combattimento F-16 dagli Stati Uniti, i quali chiedono alla Turchia di abbandonare l’obiezione all’entrata della Svezia nell’alleanza militare transatlantica.

Secondo quanto riportato dalla Reuters, prima di lasciare la Casa Bianca, Biden ha detto ai giornalisti: «mi sono congratulato con Erdogan. Vuole ancora acquistare gli F-16. Gli ho detto che volevamo un accordo con la Svezia, quindi facciamolo. In questo modo, saremo di nuovo in contatto l’uno con l’altro».

Il presidente degli Stati Uniti ha poi affermato di aver sollevato la questione dell’adesione della Svezia alla NATO e di aver proposto all’omologo turco un ulteriore colloquio per la prossima settimana.

La Svezia e la Finlandia hanno presentato domanda di partecipazione alla NATO lo scorso anno, abbandonando le consuete politiche di non allineamento militare, in seguito all’invasione russa dell’Ucraina. La Finlandia ha ottenuto l’approvazione, che deve provenire da tutti i membri dell’alleanza, lo scorso mese. La posizione della Svezia, invece, è stata ostacolata dalle obiezioni di Turchia e Ungheria.

Secondo la giustificazione espressa dalla Turchia, Stoccolma ospita attualmente i membri di gruppi armati considerati “terroristici”.

Nel frattempo, la Turchia ha cercato di acquistare dagli Stati Uniti gli aerei F-16 per un valore di 20 miliardi di dollari e quasi 80 kit di modernizzazione. La vendita, tuttavia, è stata bloccata a causa delle obiezioni del Congresso statunitense relative al rifiuto di Ankara di dare il via libera all’allargamento della NATO, alla situazione interna circa il rispetto dei diritti umani e alla politica in Siria. Nonostante tali contestazioni, l’amministrazione Biden ha ripetutamente affermato di sostenere la vendita.

In seguito alla ratifica da parte della Turchia dell’adesione della Finlandia alla NATO, il Congresso degli Stati Uniti ha approvato un pacchetto di dimensioni ridotte, che include aggiornamenti del software avionico per l’attuale flotta turca di F-16. Sul tema, il presidente Biden ha più volte negato affermazioni che mettessero in relazione la vendita di armi, con l’allargamento della NATO.

Secondo quanto riportato da Al Jazeera, vedere la Svezia entrare a far parte della NATO entro il prossimo luglio, mese in cui l’alleanza transatlantica dovrebbe organizzare un vertice dei leader in Lituania, è tra le massime priorità per Washington.

Irene Iannotta
Studentessa della Facoltà di Scienze della Politica e delle Dinamiche Psico-Sociali
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti