lunedì, 22 Aprile 2024
HomeNotizie dal mondoLe Ebridi cercano medici: offerte oltre 150.000 sterline di compenso

Le Ebridi cercano medici: offerte oltre 150.000 sterline di compenso

Le Isole di Uist e Benbecula, appartenenti all’Arcipelago delle Ebridi Esterne, sono a corto di medici di base. L’NHS Western Isles, un consiglio del Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito che si occupa delle Ebridi Esterne della Scozia, è alla ricerca di medici «con un senso di avventura e una passione per la medicina rurale». Al fine di attrarre lavoratori del settore, l’NHS offre un 40% in più rispetto al comune stipendio di un medico di base. Questo quanto sostenuto dalla BBC.

Tuttavia, non si tratta di una mera necessità: c’è il desiderio di ripopolare il cuore pulsante delle comunità delle Isole scozzesi, invitando sempre più persone a vivere e lavorare in queste località.

Gordon Jamieson, CEO dell’NHS Western Isles, afferma alla BBC che l’obiettivo ultimo è quello di trovare dei veri e propri partner. «Noi prestiamo sempre attenzione a chi viene a lavorare qui, sia alla persona che alla sua famiglia» in quanto «non è da tutti stabilirsi in una remota comunità isolana».

I nuovi medici coprirebbero le sedi di sei Isole delle Ebridi Esterne, abitate nel complesso da 4.700 persone. Inoltre, una volta trasferitisi, questi ultimi verrebbero ripagati delle spese di rilocazione e riceverebbero una paga extra, per aver accettato il lavoro, superiore a 10.000 sterline (il cosiddetto “golden hello”). Jamieson afferma a tal proposito che lo stipendio rappresenta «un incentivo per vivere e lavorare permanentemente nell’Arcipelago». Ma le Ebridi non cercano soltanto medici. L’Isola di Rùm è infatti alla ricerca di insegnanti, così come di una persona che ricopra il ruolo di preside nella sua scuola, frequentata da cinque alunni: tre bambini di età compresa fra i 5 e gli 11 anni e due bimbi della scuola materna, di 3 e 4 anni. Il compenso offerto ammonta a 68.000 sterline l’anno.

L’obiettivo primario della Isle of Rum Community Trust (IRCT) è quello di attrarre giovani famiglie sull’Isola, considerato il numero esiguo di abitanti (sole 40 persone, residenti nel Villaggio di Kinloch).

Proprio per questo motivo, nel 2020 sono state costruite quattro nuove case, con la speranza che fossero un giorno abitate da nuovi nuclei familiari.

Tuttavia, l’Isola di Rùm è in buona compagnia in quanto a carenza di personale scolastico. Nel mese di febbraio, infatti, il villaggio di Kilchoan (nelle Highlands) aveva fatto richiesta di un insegnante per una scuola di soli 15 bambini, con un compenso ammontante a 53.000 sterline.

La maggior parte dei posti offerti sono a tempo indeterminato per incoraggiare le candidature e per promuovere la crescita del personale scolastico, e non solo, nelle Isole scozzesi.

Laura Vargiu
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti