sabato, 25 Maggio 2024
HomeRelazioni internazionaliUSA-Filippine: al via il Balikatan 2024

USA-Filippine: al via il Balikatan 2024

L'esercitazione militare congiunta annuale, Balikatan, si terrà fino al 10 maggio

Tra il 22 Aprile ed il 10 Maggio, si svolgerà il Balikatan, l’esercitazione militare congiunta tra Filippine e Stati Uniti che vedrà anche la partecipazione di Francia e Australia. Secondo quanto riportato dal Washington Post, per la prima volta l’esercitazione navale sarà tenuta dai due paesi al di fuori delle acque territoriali filippine. Le operazioni coinvolgeranno oltre 16.000 soldati e si svolgeranno negli arcipelaghi di Batan e di Palawan, al largo di Taiwan, nel Mar Cinese Meridionale.

L’esercitazione vedrà inoltre l’utilizzo del sistema missilistico a medio raggio Typhon, schierato sull’isola di Luzon, nel nord delle Filippine e avente una gittata di oltre 2000 chilometri. «Il sistema Typhon ha esteso le capacità americane», ha dichiarato il professor Xu Ruilin alla BBC, ritenendo tuttavia che il dispiegamento abbia solamente la funzione di verificare la rapidità statunitense nello schieramento del sistema missilistico, «Non ritengo che Manila acconsentirà ad un dispiegamento permanente del sistema Typhon nell’ambito dell’attuale accordo di mutua difesa tra Filippine e Stati Uniti. Ulteriori schieramenti si avranno in base alla necessità».

In risposta alla cooperazione militare tra i due paesi, durante la conferenza stampa del 17 Aprile il portavoce del ministro degli Esteri cinese Lin Jian ha dichiarato che le Filippine dovrebbero essere pienamente consapevoli che l’intervento di paesi esterni nel mare cinese meridionale accrescerà la tensione e ridurrà la stabilità nella regione. «Delegare la propria sicurezza ad una potenza extraregionale porterà solo a maggiore incertezza e a diventare la pedina di qualcun altro». Lin Jian ha esortato le Filippine a cessare le provocazioni marittime, aggiungendo che la Cina continuerà a prendere le misure necessarie per tutelare la propria sovranità territoriale. 

Secondo quanto riportato dal Guardian, il ministro degli esteri delle Filippine ha replicato che il consolidamento delle relazioni con Stati Uniti e Giappone è una “decisione sovrana”, invitando la Cina a riflettere sulle proprie azioni nel Mar Cinese Meridionale. 

In seguito ai numerosi incidenti avvenuti nella zona marittima contesa, il presidente Biden ha riaffermato l’impegno statunitense nei confronti di Giappone e Filippine. Nel corso del vertice trilaterale avvenuto l’11 Aprile a Washington, il presidente americano ha dichiarato che «Qualsiasi attacco su aerei, navi o forze armate filippine nel Mar Cinese Meridionale porterà all’applicazione del trattato di mutua difesa».

RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti