giovedì, 25 Luglio 2024
HomeNotizie dal mondoEmergenza nei Caraibi: l'uragano Beryl causa un crescente numero di vittime

Emergenza nei Caraibi: l’uragano Beryl causa un crescente numero di vittime

È stata dichiarata un'emergenza nazionale a causa di Beryl, uno dei più pericolosi uragani di categoria 5 mai registrati lungo le coste caraibiche.

Lunedì, Beryl è diventata la prima tempesta nell’Atlantico a svilupparsi in un uragano di categoria 5, alimentata da acque calde da record. Tuttavia, martedì è stata declassata alla categoria 4. La tempesta dovrebbe portare venti potenzialmente letali e un’ondata di tempesta in Giamaica mercoledì, e avere un impatto sulle Isole Cayman giovedì, dove è stata emanata un’allerta per l’uragano.

È stata proclamata un’emergenza nazionale: aeroporti, scuole e imprese sono stati chiusi e i residenti sono stati esortati a cercare rifugio mentre la tempesta si avvicinava. I negozi hanno chiuso e le persone hanno fatto scorta di carburante e di generi alimentari.

Brian McNoldy, ricercatore di meteorologia tropicale per l’Università di Miami, ha detto all’Associated Press che le acque calde stanno alimentando Beryl, con il contenuto di calore oceanico nell’Atlantico profondo, il più alto mai registrato per questo periodo dell’anno.

Ad oggi, secondo i dati rilasciati dalle località coinvolte, sono già decedute tre persone a Grenada e Carriacou, e un’altra a St. Vincent. Altri due decessi sono stati segnalati nel nord del Venezuela, dove cinque persone risultano scomparse.

«La situazione è tragica», ha dichiarato il primo ministro di Grenada, Dickon Mitchell, durante una conferenza stampa tenuta martedì, «non c’è energia e c’è quasi la completa distruzione di case e edifici sull’isola. Le strade non sono percorribili e in molti casi vengono interrotte a causa della grande quantità di detriti sparsi per tutte le strade», ha aggiunto poi: «la possibilità che ci possano essere più morti rimane una triste realtà poiché il movimento è ancora altamente limitato», come riferito da NBC New York.

Sebbene Beryl possa diminuire in forza nei prossimi giorni, si prevede che rimanga un uragano importante ed estremamente pericoloso, secondo le descrizioni del Centro Uragani riportate dalla CNN. Infatti, Beryl continuerà a portare forti venti, piogge torrenziali e mari pericolosi che si estenderanno ben oltre il suo centro e su gran parte dei Caraibi. Anche se Beryl non dovesse arrivare fino in Giamaica, le sue bande esterne porterebbero comunque avere impatti significativi sul territorio.

Secondo quanto riportato dalla BBC, queste circostanze non lasciano speranze positive per il resto della stagione degli uragani atlantici. Gli esperti meteorologi e del clima prevedono un anno particolarmente impegnativo e intenso, con l’uragano Beryl che ha segnato un inizio significativo.

Eva Capella
Studentessa della Facoltà di Economia
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti