venerdì, 12 Agosto 2022
HomeNotizie dal mondoMessico: almeno 55 morti in un incidente stradale

Messico: almeno 55 morti in un incidente stradale

Almeno 55 persone sono morte giovedì 9 dicembre a seguito del ribaltamento del camion su cui viaggiavano nello Stato del Messico del Chiapas. Molti di loro erano migranti provenienti dall’America Centrale

Si tratta di uno dei peggiori incidenti di questo tipo mai accaduti in Messico. In totale sono 105 le persone ferite; tra queste vi sono 19 minorenni provenienti dal Guatemala e dall’Honduras. Il comandante della Guardia Nazionale del Messico ha informato che tra i feriti ci sono 95 persone guatemalesi, 3 dominicani, 1 ecuadoriano, 1 honduregno e 4 persone la cui nazionalità non è stata ancora identificata.

I migranti erano arrivati in Messico nella città di San Cristóbal de las Casas pochi giorni prima dell’incidente. Un’ora e mezza prima dell’accaduto, i migranti erano saliti a bordo di un trattore-rimorchio sulla strada per Puebla, nel Messico centrale. 

Cattedrale di San Cristóbal de las Casas. Fonte: Wikimedia Commons

Ricardo Mejía Berdeja, vicesegretario della Sicurezza Pubblica, ha affermato che: «il sovraffollamento e le condizioni a cui erano sottoposti i migranti sono stati cruciali per la tragedia che si è verificata quando il veicolo si è ribaltato».

Dopo aver visionato alcune fotografie dell’incidente, Mejía Berdeja ha spiegato che erano presenti varie aperture nella parte superiore del camion, realizzate in modo tale che i migranti potessero respirare. Il conducente del mezzo, appartenente alla società di trasporti Zeta Transportes, si è dato alla fuga non appena è riuscito a mettersi in salvo. 

L’incidente è avvenuto poco prima delle 15:30 ora locale (21:30 GMT) e, secondo i residenti della zona arrivati per prima sul posto, il veicolo viaggiava con eccesso di velocità. È uscito fuori strada e si schiantato contro il muro di un ponte pedonale. 

Sul luogo dell’incidente sono immediatamente arrivati i soccorsi del gruppo dei pompieri e della protezione civile. Poche ore dopo il tragico evento non c’era più nessuna traccia, fatta eccezione per alcune macchie di sangue sull’asfalto e alcuni pezzi distrutti del camion. 

Il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador ha espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime tramite un messaggio su Twitter: «Sono profondamente dispiaciuto per la tragedia causata dal ribaltamento del camion che trasportava migranti dell’America Centrale. Mi stringo ai parenti delle vittime». 

Una nota positiva è data dal fatto che le autorità di immigrazione messicane hanno affermato che i sopravvissuti all’incidente avrebbero ottenuto tutti i permessi necessari per rimanere nel Paese per motivi umanitari, fornendo loro un’assistenza alimentare e un posto in cui dormire. 

La via che percorreva il camion ribaltatosi accidentalmente è una delle rotte abituali tra i migranti che decidono di fuggire per recarsi in Messico o negli Stati Uniti. Solo quest’anno, più di 228 000 migranti sono stati arrestati dalle autorità messicane, quasi il 64% in più rispetto al 2020. 

Tra i migranti richiedenti asilo politico la maggior parte viene da Cuba, Haiti e Honduras. Questo crescente flusso ha portato al collasso di numerosi centri e strutture ricettive per i migranti che rimangono in attesa di una soluzione possibile alla problematica. 

Marco Buccella
Studente della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti