venerdì, 9 Dicembre 2022
HomeEconomiaBorsa: continua l’andamento positivo nel 2022

Borsa: continua l’andamento positivo nel 2022

I mercati azionari, dall'Europa all'Asia, si sono scrollati di dosso le preoccupazioni inerenti all’aumento dell’inflazione causata dalla variante Omicron; anche il dollaro è salito dopo che i rendimenti dei titoli statunitensi hanno avuto uno sbalzo positivo

I mercati azionari hanno raggiunto una serie di massimi record nel 2021, grazie sia alla campagna vaccinale, sia agli enormi pacchetti di incentivi, utili a rilanciare l’economia globale colpita dalla pandemia: con la diffusione della nuova variante da Covid-19, denominata Omicron, però, le preoccupazioni degli investitori sono aumentate di nuovo.

Tuttavia, alla luce dei nuovi segnali che indicano che la variante potrebbe essere meno grave di quanto inizialmente temuto, gli investitori hanno riacquistato fiducia nei mercati.

A testimonianza di ciò, nonostante sia stato uno dei settori più colpiti dalla diffusione di Omicron, l’indice europeo dei viaggi e del tempo libero (.SXTP) è balzato del 3,3% al livello più alto in quasi sei settimane. Le compagnie aeree hanno brillato, con Ryanair (RYA.I) e IAG (ICAG.L), proprietario di British Airways, in rialzo del 9%-10%, mentre Wizz Air (WIZZ.L) ha avuto un incremento del 10%.

In generale, vediamo come hanno reagito, a questi nuovi dati, i vari mercati a livello globale. L’indice paneuropeo STOXX 600 (.STOXX) ha guadagnato fino allo 0,6% nei primi scambi del nuovo anno; gli indici di Germania (.GDAXI), Francia (.FCHI) e Italia (.FTMIB) sono tutti cresciuti dello 0,3% circa.

Le banche europee (.SX7P) sono balzate del 2,1%, rispetto ai massimi di novembre, poiché i rendimenti dei titoli di Stato, su entrambe le sponde dell’Atlantico, hanno ricevuto una spinta dalle aspettative di una politica monetaria più restrittiva. Nello specifico, si nota che all’interno dello STOXX 600, i migliori “trascinatori” sono stati i nomi sanitari Novo Nordisk (NOVOb.CO), Roche e AstraZeneca (AZN.L). 

Borsa di New York, Wall Street, New York, Stati Uniti. Fonte Wikimedia Commons.

Per quanto riguarda la borsa di Wall Street, nei primi giorni del 2022, gli indici S&P 500 (.SPX) e Dow Jones (.DJI) hanno chiuso ai massimi storici. Il primo si riferisce alle 500 società più rappresentative della Borsa di New York ed è cresciuto di quasi il 28% lo scorso anno, portando l’indice MSCI delle azioni mondiali di 50 Paesi (.MIWD00000PUS) al suo terzo anno consecutivo di guadagni a due cifre. Il secondo è un indice azionario, composto dalle 30 società più importanti della Borsa di New York e del Nasdaq -è una borsa valori composta da società elettroniche e ha diversi indici che la rappresentano- ed in un anno è aumentato del +20,38%.

Inoltre, grazie a questo andamento Apple Inc (AAPL.O) è diventata la prima azienda a raggiungere un valore di mercato di $ 3 trilioni ed il dollaro USA è salito al suo massimo, dal 2017, contro lo yen giapponese, dopo che i rendimenti dei titoli del Tesoro USA sono balzati lunedì 3 gennaio. 

Nel segno che le economie potrebbero resistere alla diffusione di Omicron, l’attività industriale in Asia è cresciuta a dicembre, suggerendo che il colpo diretto della variante sulla produzione è apparso contenuto. Nel suo primo giorno di negoziazione del 2022, le azioni asiatiche sono state in prima linea, dopo i massimi record di Wall Street, in quanto l’indicatore MSCI delle azioni dell’Asia del Pacifico al di fuori del Giappone (.MIAPJ0000PUS) ha registrato guadagni dello 0,5%.

Laura Ponte
Studentessa della Facoltà di Investigazione, Criminalità e Sicurezza internazionale
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti