sabato, 10 Dicembre 2022
HomeLingue e Culture"Balletto del futuro": San Pietroburgo accoglie giovani ballerini da tutto il mondo

“Balletto del futuro”: San Pietroburgo accoglie giovani ballerini da tutto il mondo

A San Pietroburgo si è tenuto un importantissimo casting internazionale che ha visto la partecipazione alle audizioni di 69 danzatori di un’età compresa tra i 17 e i 25 anni provenienti da 20 Paesi del mondo

La terza edizione del casting internazionale “Balletto del futuro” si è tenuta domenica 23 gennaio a San Pietroburgo con la partecipazione di giovani ballerini provenienti da 20 Paesi dell’Europa, dell’Asia e dell’America. Le audizioni sono state presiedute dalla nota Accademia di danza Vaganova, una delle scuole di balletto e di danza teatrale russa più conosciute al mondo, con sede a San Pietroburgo

Ingresso dell’Accademia Vaganova a San Pietroburgo.
Fonte: Wikimedia Commons

«Il casting internazionale “Balletto del futuro” non è stato solo pensato per riunire giovani artisti e danzatori e mostrare il loro talento ai rappresentanti delle principali compagnie di balletto, bensì per aprire nuovi orizzonti e opportunità ad ogni partecipante», ha detto in un’intervista con i giornalisti l’autore, ballerino ucraino e direttore artistico del progetto Denis Matvienko.

Egli ha sottolineato che si tratta del primo progetto di tale portata ed estremamente allettante per i giovani in Russia. In occasione del casting, nessuno dei partecipanti dovrà presentarsi e spostarsi in altri teatri o città. I giovani danzatori potranno risolvere e determinare le sorti del proprio destino in un solo giorno, ricevendo un invito che offre loro l’opportunità di presiedere e danzare in una delle 11 prestigiose compagnie presenti nella giornata dei casting.

«I teatri di balletto hanno bisogno di diversi artisti: alti e piccoli, altri più tecnici e artistici. Dopo tutto, gli artisti di una compagnia formano un unico puzzle e, tutti insieme rappresentano un quadro generale», ha spiegato Denis Matvienko.

Ricordando la sua giovinezza artistica, egli si rammarica poiché ai suoi tempi non vi erano tali casting in Russia. Il successo ha tardato un bel po’ di tempo ad arrivare e le porte della sua prolifica carriera si sono aperte solamente dopo aver vinto quattro concorsi internazionali di balletto. Secondo il ballerino ucraino, ora i debuttanti grazie alle possibilità offerte dal casting possono ridurre notevolmente le tempistiche e l’inizio di una lunga e talentuosa carriera artistica nel mondo della danza. 

Agrippina Vaganova, ballerina, coreografa e fondatrice del metodo Vaganova.
Fonte: Wikimedia Commons

Nel casting hanno partecipato 69 giovani danzatori di un’età compresa tra i 17 e i 25 anni provenienti da Belgio, Bulgaria, Germania, Italia, Stati Uniti, Ucraina, Repubblica Ceca, Corea del Sud, Giappone e molti altri Paesi. 

L’intenzione di quest’ultimi di trovare un lavoro in Russia, secondo Denis, non è dovuta soltanto all’alta reputazione internazionale delle scuole di balletto russe, bensì al fatto che nei loro Paesi la vita teatrale si sia praticamente fermata a causa della pandemia.

L’anno scorso la seconda edizione del casting internazionale si è potuta tenere solamente online per via delle restrizioni; quest’anno, ad eccezione di 15 artisti che non potranno raggiungere San Pietroburgo, tutti gli altri prenderanno parte alle audizioni fisicamente. 

Marco Buccella
Studente della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti