martedì, 16 Agosto 2022
HomeNotizie dal mondoAlcuni vaccini donati al Kenya sono scaduti

Alcuni vaccini donati al Kenya sono scaduti

In Kenya alcuni vaccini donati in seguito all'iniziativa Covax sono scaduti

Recentemente in Kenya sono scaduti circa 840.000 vaccini contro il COVID-19 prodotti dalla casa farmaceutica anglo-svedese AstraZeneca. Così è stato dichiarato dal governo, che ha aggiunto che le dosi scadute erano state donate al paese africano grazie all’iniziativa Covax, un programma su scala mondiale che ha l’obiettivo di garantire a tutti un accesso equo alle vaccinazioni contro il COVID. Il ministero della salute ha inoltre voluto specificare che “ogni dose scaduta rappresenta una mancata opportunità di salvare una vita”, secondo quanto riporta Africanews.

In Kenya è stato vaccinato circa il 30% dei soggetti cui i vaccini erano destinati, ma nell’ultimo periodo l’adesione alla campagna di vaccinazione è diminuita molto. All’inizio di febbraio sono state somministrate 252.000 dosi in tutto il paese, ma ora il numero è sceso a 30.000. Il ministero ha dichiarato che la somministrazione delle seconde dosi è in calo a causa della mancanza di fiducia da parte dei cittadini nei confronti dei vaccini AstraZeneca. Le motivazioni che si nascondono dietro a ciò sono riconducibili alla disinformazione che circola circa i vaccini prodotti dalla casa farmaceutica con sede a Cambridge. Inoltre, parte della popolazione femminile è stata influenzata da alcune false notizie in merito al fatto che i vaccini di AstraZeneca causerebbero problemi di infertilità.

Oltre a ciò, i vaccini donati avevano come data di scadenza il mese di febbraio. Per questo motivo il governo keniota ha deciso di non accettare più vaccini che abbiano una durata di conservazione inferiore a 4 mesi dal momento in cui vengono consegnati. Fino ad ora il paese ha ricevuto un totale di più di 27 milioni di vaccini, ma di questi solo 17,3 milioni sono stati somministrati, ragion per cui il ministero della salute sta invitando tutti i cittadini che non lo abbiano ancora fatto a completare il ciclo vaccinale, poiché ci sono ancora molte dosi immagazzinate.

Ad oggi, i kenioti vaccinati sono circa 8 milioni, ma il governo spera di riuscire ad aumentare questo numero a 27 milioni entro la fine dell’anno. Da quando è iniziata la pandemia, in Kenya sono morte circa 5.650 persone; tuttavia, si stanno allentando alcune misure che erano essenziali fino a poco tempo fa, come l’obbligo della mascherina all’interno dei luoghi pubblici.

Megan Manduca
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti