lunedì, 6 Febbraio 2023
HomeNotizie dal mondoUSA: nel 2019 raddoppiati i cittadini col porto d'armi rispetto al 2015

USA: nel 2019 raddoppiati i cittadini col porto d’armi rispetto al 2015

Si prevede che la tendenza ad aumentare continui, dopo la sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che all'inizio di quest'anno ha annullato i limiti al porto d'armi in pubblico

Un nuovo studio pubblicato sull’American Journal of Public Health ha rilevato che nel 2019 circa 6 milioni di adulti statunitensi hanno portato con sé quotidianamente una pistola carica, il doppio rispetto al 2015.

Secondo quanto riporta The Guardian, le nuove stime evidenziano un cambiamento epocale nel possesso di armi da fuoco in America, «con percentuali crescenti di cittadini che dichiarano di possedere armi da fuoco per autodifesa, non per caccia o per svago, e che scelgono di portare con sé un’arma quando escono in pubblico» ha dichiarato Ali Rowhani-Rahbar, professore di epidemiologia presso l’Università di Washington e autore principale dello studio.

Quest’estate la Corte Suprema ha annullato una legge di New York che poneva limiti severi al porto d’armi in pubblico, stabilendo per la prima volta che gli americani hanno il diritto costituzionale di portare una pistola per autodifesa fuori casa.

Mentre recenti sondaggi mostrano che quasi un terzo degli adulti americani dichiara di possedere personalmente un’arma da fuoco, la percentuale di chi sceglie di portarla regolarmente in pubblico è minore: circa un terzo dei possessori di armi da fuoco, circa 16 milioni di adulti, ha dichiarato di portare una pistola carica in pubblico almeno una volta al mese e circa 6 milioni di persone hanno dichiarato di farlo quotidianamente, secondo lo studio.

Oggi, il numero di adulti che portano una pistola al giorno è probabilmente ancora più alto della stima del 2019, grazie all’aumento record delle vendite di armi durante la pandemia, ha detto Rowhani-Rahbar. «Abbiamo tutte le ragioni per credere che questa sia una tendenza che probabilmente continuerà», ha aggiunto.

Sebbene l’effetto delle leggi permissive sul porto d’armi sui crimini commessi con armi da fuoco sia stato fortemente dibattuto, «la totalità delle prove propende per un’associazione tra queste politiche [permissive] e un aumento della violenza in quanto molti statunitensi ritengono che il porto d’armi si traduca in autodifesa», ha affermato Rowhani-Rahbar.

Dal punto di vista demografico, coloro che hanno scelto di portare una pistola in pubblico nel 2019 avevano maggiori probabilità di vivere nel sud, secondo lo studio. «Quattro portatori di armi su cinque erano maschi e tre su quattro erano bianchi», ha affermato Rowhani-Rahbar. Circa un quarto dei possessori di armi aveva un reddito familiare di almeno 125.000 dollari all’anno e quasi un terzo aveva conseguito una laurea, hanno rilevato i ricercatori.

L’aumento del numero di possessori di armi da fuoco autodichiarati si verifica in concomitanza con l’approvazione di leggi che rendono più facile il porto d’armi in pubblico, con decine di Stati che hanno eliminato il requisito che imponeva ai residenti di ottenere un «permesso di porto d’armi nascosto» per poter portare con sé un’arma da fuoco nascosta.

Lo studio sul porto d’armi del 2019 si è basato sul comportamento di un campione rappresentativo a livello nazionale di adulti statunitensi che vivono in famiglie in cui si possiedono armi da fuoco. A causa dell’opposizione dei sostenitori dei diritti delle armi, non esistono statistiche ufficiali del governo sul numero o sui dati demografici dei possessori di armi negli Stati Uniti, né sul numero esatto di vendite annuali di armi al consumo negli Stati Uniti, per cui le stime basate sui sondaggi sono talvolta le migliori statistiche disponibili.

Martina Tominic
Studentessa della Facoltà di Economia.
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti