lunedì, 17 Giugno 2024
HomeLingue e CultureLa Maslenica: il carnevale dell’Est

La Maslenica: il carnevale dell’Est

Maslenica, il carnevale slavo tra giochi, leccornie e canti

La Maslenica è una delle festività preferite degli slavi. Dura una settimana, solitamente quella prima della quaresima, in cui cibo, giochi e canti sono i grandi protagonisti; tutto ciò per congedarsi dall’inverno e per salutare il risveglio della natura. Elementi caratterizzanti di questo periodo sono: giri su slitte trainate da cavalli, spaventapasseri bruciati sui falò e gli emblematici bliny, frittelle rotonde da accompagnare con i più vari condimenti ad esempio caviale, panna acida, uova. Inoltre, questa festività è caratterizzata dall’astinenza dalla carne, tant’è che l’ultima domenica prima dell’inizio della Maslenica è consuetudine visitare i parenti e gli amici e finire di mangiare la carne con loro.

Infatti, come spiegato dall’agenzia di stampa russa RIA Novosti, ogni giorno ha una sua caratteristica specifica:

  • Lunedì: la giornata dell’incontro in cui si inaugura l’arrivo della Maslenica e si preparano i giochi, come gli scivoli di ghiaccio, e i bambini realizzano lo spaventapasseri che verrà successivamente portato per le strade della città;  
  • Martedì: la giornata dei giochi nella quale oltre ai giochi dei bambini, ossia scivoli di ghiaccio e altalene, i ragazzi e le ragazze si fanno la corte a vicenda, poiché per tradizione i matrimoni venivano celebrati dopo Pasqua;
  • Mercoledì: la giornata del ghiotto, ovvero la giornata dei bliny, che possono essere preparati con vari ingredienti, oltre alla farina di frumento, come grano saraceno, avena o mais;
  • Giovedì: la giornata della passeggiata in cui si effettuano dei giri in slitta intorno alla propria città per aiutare il sole a scacciare l’inverno;
  • Venerdì: la serata dalla suocera, in cui il genero si reca dalla suocera per mangiare i bliny;
  • Sabato: la serata dalla cognata, quando la cognata organizza la serata e i parenti si ritrovano e mangiano i bliny;
  • Domenica: la giornata del perdono in cui le famiglie si chiedono scusa per i torti effettuatesi e, successivamente, inizia il vero e proprio festeggiamento della Maslenica con canti e balli; inoltre, il fantoccio viene posizionato al centro del falò che raffigura l’inverno in procinto di concludersi ed infine, mentre vi è il fuoco, i giovani iniziano a saltarci sopra mostrando chi ha più coraggio.

Il lunedì successivo è chiamato il “lunedì pulito” perché è il giorno della purificazione dal cibo grasso e dal peccato, ad esempio viene purificata la cucina attraverso il lavaggio in ammollo degli utensili utilizzati precedentemente.

Alessia Bianconi
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti