domenica, 19 Maggio 2024
HomeRelazioni internazionaliMar Cinese Meridionale: cannoni ad acqua cinesi danneggiano due navi filippine

Mar Cinese Meridionale: cannoni ad acqua cinesi danneggiano due navi filippine

Scontro nel Mar Cinese Meridionale: la guardia costiera cinese ha sparato con dei cannoni ad acqua contro due navi da pattuglia filippine. Non ci sono vittime

Martedì 30 aprile 2024 le autorità cinesi hanno sparato con dei cannoni ad acqua contro due navi da pattuglia della guardia costiera filippina che stazionavano nel Mar Cinese Meridionale, danneggiandole. Stando a quanto riportato dal sito dell’Associated Press, le imbarcazioni si trovavano nei pressi di una secca, oggetto di contesa tra la Cina e le Filippine.

L’evento rappresenterebbe un’ulteriore manifestazione di violenza nel conflitto territoriale tra i due Paesi. Come riporta Nikkei Asia, lo scontro è avvenuto a circa 65 chilometri (35 miglia nautiche) dalla secca di Scarborough (chiamata Isola di Huangyan dalla Cina e Kulumpol ng Panatag dalle Filippine), un atollo strategico e ricco di fauna marina per il quale Pechino e Manila si battono dalla fine del XX secolo. 

Secondo quanto riportato dalla CNNIl commodoro Jay Tarriela, portavoce della Guardia costiera filippina, ha dichiarato: «Le navi filippine sono andate in contro a manovre pericolose e ostruzioni da parte di quattro navi della Guardia costiera cinese e sei navi della Milizia marittima cinese».

In riposta, la Guardia costiera cinese ha pubblicato un post sulla piattaforma social Weibo in cui dichiara di avere espulso le navi filippine per intrusione nelle acque cinesi “in conformità con la legge”. Sempre lo stesso sito riporta che la Cina avrebbe stabilito il dominio su quasi l’intero Mar Cinese Meridionale, ignorando una sentenza del 2016 della Corte permanente di arbitrato (CPA) con sede all’Aia, nei Paesi Bassi, secondo cui non esistono basi legali per cui Pechino possa rivendicare il controllo totale dell’area in questione. 

La BBC riporta che il governo filippino ha recentemente intensificato i pattugliamenti nell’area dove è avvenuto lo scontro, con lo scopo di sfidare il dominio marittimo cinese. Sempre nello stesso articolo del sito è presente la testimonianza del reporter Jonathan Head, che si trovava a bordo di una delle due imbarcazioni filippine al momento dell’episodio. Il giornalista ha raccontato che, nonostante i danni riportati dalle imbarcazioni, nessun membro dell’equipaggio è rimasto ferito a seguito dell’attacco.

Ilaria Bisegna
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti