martedì, 18 Giugno 2024
HomeNotizie dal mondoAfricaElezioni in Sud Africa: il partito di Nelson Mandela potrebbe non avere...

Elezioni in Sud Africa: il partito di Nelson Mandela potrebbe non avere più la maggioranza assoluta

I pronostici danno al CNA il 42% dei voti, attestandolo sotto la soglia del 50%. Sarebbe la prima volta dopo 30 anni di maggioranza assoluta

Il Sud Africa dà inizio alle elezioni presidenziali. Milioni di cittadini si recheranno alle urne in quella che viene chiamata “nazione arcobaleno” dalla fine dell’apartheid nel 1990.

Sono trent’anni che il paese viene governato dal Congresso Nazionale Africano, il movimento politico che ha fatto Nelson Mandela presidente nel 1994. Tuttavia, come riporta la CNN, questa longeva maggioranza parlamentare potrebbe venire meno alle attuali elezioni. I risultati finali si dovrebbero sapere con certezza entro il 3 giugno, tuttavia già dai primi scrutini si evincono grosse difficoltà per il movimento.

Qualora i voti ottenuti dal CNA non superino la soglia del 50%, il partito sarà costretto per la prima volta a guidare il paese in una coalizione. «Questa è una delle elezioni più importanti per la storia del nostro paese», ha affermato Cyril Ramaphosa, attuale presidente del Sud Africa e leader del movimento. «Il nostro popolo deciderà se il nostro paese continuerà ad andare avanti col CNA verso un futuro migliore e più luminoso, o se tornerà indietro verso un passato orribile».

Nonostante la situazione difficile, il presidente si mostra calmo e fiducioso. «Questo è il giorno in cui il Sud Africa deciderà, deciderà sul futuro del nostro paese, su chi dovrebbe guidare il governo del Sud Africa, e dal profondo del mio cuore non ho alcun dubbio che la gente investirà ancora una volta fiducia nel Congresso Nazionale Africano per continuare a guidare il paese», ha dichiarato.

Per quanto riguarda i risultati dei primi scrutini, la BBC riporta il CNA in vantaggio col 44% dei voti, seguito dall’Alleanza Democratica col 25%. Il partito dei Combattenti per la Libertà Economica si attesterebbe attorno al 9%, mentre il partito dell’ex presidente Jacob Zuma all’8%. Stando ad alcune previsioni fatte dal Consiglio per la Ricerca Industriale e Scientifica sudafricano, si pronostica per il CNA di chiudere le elezioni portando a casa un 42% contro il 57% delle elezioni del 2019.

Il leader di Alleanza Democratica, John Henry Steenhuisen, si è detto disposto a lavorare con gli altri partiti minori per formare una coalizione di governo nel caso i numeri lo permettano. «Il CNA perderà la maggioranza assoluta di cui ha abusato per decenni onde sottoporre il popolo di questo paese alla disoccupazione, alla corruzione e al malgoverno… chiuderemo il capitolo del CNA nella nostra storia», ha affermato.

Dunque, seppur i numeri, almeno in termini relativi, siano a favore di Ramaphosa, non è assicurato che vada a lui la presidenza. Steenhuisen qualora riesca ad ottenere il supporto degli altri partiti, potrebbe ritrovarsi a capitanare una coalizione di grandezza sufficiente a porre fine ai trent’anni di governo del CNA.

RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti