martedì, 18 Giugno 2024
HomeNotizie dal mondoAmerica Latina e CaraibiInternet arriva nel cuore della foresta amazzonica: la rivoluzione di un villaggio...

Internet arriva nel cuore della foresta amazzonica: la rivoluzione di un villaggio remoto

L'imprenditore Elon Musk ha fatto installare 20 antenne satellitari del sistema Starlink nel villaggio Marubo, situato nella foresta amazzonica, causando un disequilibrio nella vita della tribù.

In un remoto villaggio di 2000 persone situato nella foresta amazzonica, appartenente alla tribù indigena Marubo, è stato avviato un progetto innovativo grazie a una iniziativa di Elon Musk. Il visionario imprenditore ha fatto installare 20 antenne satellitari, rendendo possibile l’accesso a Internet per la comunità. 

Questa iniziativa rientra nel quadro di un test pilota per il nuovo progetto Starlink, il primo sistema di Internet satellitare sviluppato da SpaceX. Starlink è all’avanguardia nel campo delle telecomunicazioni: il sistema sfrutta una costellazione di satelliti in orbita terrestre bassa per fornire una connessione Internet ad alta velocità e bassa latenza. Questa tecnologia ha il potenziale di rivoluzionare l’accesso a Internet a livello globale, permettendo anche alle aree più remote e isolate del pianeta di beneficiare di una connessione stabile e veloce.

Prima dell’arrivo degli smartphone e della connessione Internet, la tribù Marubo manteneva uno stile di vita tradizionale grazie al suo isolamento. Vivevano in capanne comuni sparse lungo il fiume Ituí; parlavano la loro lingua locale; si connettevano con gli spiriti della foresta e creavano gioielli fatti a mano. Con l’avvento di Internet, la situazione è cambiata radicalmente, portando a un disequilibrio significativo nella comunità. Inizialmente, la tribù ha accolto con entusiasmo la nuova tecnologia, ma col tempo sono emersi numerosi disagi. Secondo i più anziani, come riportato dal The Economic Times, tutti i membri della tribù dotati di telefoni sono diventati più pigri, adottando usanze che gli indigeni definiscono abitudini da uomini bianchi.

Nonostante i cambiamenti sociali che hanno accompagnato l’introduzione di Internet, è riconosciuto che questa tecnologia ha portato numerosi benefici alla tribù Marubo. Uno dei più significativi è la possibilità di effettuare videochiamate, permettendo ai membri della tribù di mantenere un contatto visivo e regolare con i propri cari lontani. Ciò contribuisce a rafforzare i legami familiari e sociali. Inoltre, l’accesso a Internet ha migliorato significativamente la gestione delle emergenze. 

Come riportato da Forbes, sono stati i giornalisti del quotidiano statunitense New York Times a recarsi nel villaggio in Amazzonia percorrendo circa 50 miglia prima di raggiungerlo. I due reporter hanno affermato: «mentre si discuteva, gli occhi si sono spostati sugli schermi. Gli adolescenti scorrevano Instagram», aggiungendo poi: «un uomo mandava messaggi alla sua ragazza. Altri uomini si sono riuniti intorno a un telefono per seguire una partita di calcio mentre il capo tribù parlava».

Uno dei principali problemi di questa situazione è l’introduzione rapida di Internet in uno dei luoghi più remoti della Terra, avvenuta in soli nove mesi, mentre nelle popolazioni occidentali ci sono voluti decenni. Questo ha causato un notevole squilibrio all’interno di un villaggio che per anni è rimasto isolato dal resto del mondo.

Eva Capella
Studentessa della Facoltà di Economia
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti