giovedì, 25 Luglio 2024
HomeRelazioni internazionaliMaduro intende riaprire con gli Stati Uniti un dialogo in vista delle...

Maduro intende riaprire con gli Stati Uniti un dialogo in vista delle elezioni venezuelane

Il leader socialista promette elezioni libere da interferenze da parte del proprio governo in cambio della revoca delle sanzioni

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, si è dichiarato pronto a riaprire il dialogo con gli Stati Uniti. «Per due mesi consecutivi ho ricevuto dal governo degli Stati Uniti la proposta di ristabilire i colloqui e il dialogo diretto – ha dichiarato – Dopo mesi di riflessione ho accettato e mercoledì prossimo riprenderanno i colloqui con il governo degli Stati Uniti per rispettare gli accordi firmati in Qatar e ristabilire i termini per un dialogo».

La notizia arriva a meno di un mese di distanza dalle elezioni presidenziali in Venezuela, previste per il 28 luglio prossimo. Maduro si candida per un terzo mandato e si dimostra desideroso di vedere le sanzioni statunitensi revocate, pertanto ha definito il dialogo come “urgente” durante un programma televisivo.

In precedenza il leader venezuelano aveva già tenuto colloqui con i rappresentanti dell’amministrazione Biden e con la coalizione d’opposizione Piattaforma Unitaria. Tuttavia, questi negoziati sono stati sospesi e le parti si accusano reciprocamente di non rispettare gli accordi e le promesse fatte.

Come riporta AP News, in passato Maduro avrebbe già raggiunto un accordo con gli Stati Uniti, che prevedeva la revoca di alcune sanzioni per quanto riguarda l’importazione di petrolio estratto dalla compagnia statale venezuelana (PDVSA); dalla controparte era invece richiesto che Maduro lavorasse attivamente per assicurare elezioni libere e garantire adeguati livelli di democrazia e imparzialità delle istituzioni. Queste ultime aspettative sarebbero poi state disattese quando Maduro ha proibito la candidatura di María Corina Machado, sua avversaria politica.

Per il momento gli Stati Uniti, riporta la Reuters, nonostante l’apertura al dialogo rimangono comunque cauti sulle promesse di Maduro. Il leader socialista nel frattempo dovrà affrontare Edmundo González, candidato della Piattaforma Unitaria che, stando ai sondaggi, dovrebbe godere di un netto vantaggio sulla concorrenza.

US News riferisce che il segretario esecutivo di Piattaforma Unitaria, Omar Barboza, sia felice dell’apertura agli Stati Uniti di Maduro. Nel caso in cui fosse necessario, la coalizione parteciperà volentieri a negoziati bilaterali con Washington ed il governo venezuelano nell’interesse «del processo elettorale e del rispetto delle garanzie democratiche», ha dichiarato Barboza. «Le differenze devono essere risolte con mezzi pacifici, attraverso il dialogo» ha aggiunto.

RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti