martedì, 16 Agosto 2022
HomeNotizie dal mondo“Non abbastanza perfetto”: i disturbi alimentari in Cina

“Non abbastanza perfetto”: i disturbi alimentari in Cina

I disturbi del comportamento alimentare (DCA) sono considerati tra le psicopatologie più influenzate dalla cultura. Il fenomeno interessa prevalentemente le giovani generazioni dove gli ideali di bellezza tendono ad avvicinarsi al versante della magrezza

I disordini alimentari possono colpire chiunque, ma alcuni studi hanno analizzato che compaiono più facilmente nelle ragazze adolescenti e nelle giovani donne. Nella maggior parte dei casi tale disturbo si presenta in soggetti già precedentemente affetti da problemi di salute mentale. nel mondi si stima che il numero di individui che soffre di questa patologia arrivi a 70 milioni.

Ad esempio, in Cina, alcuni ospedali hanno registrato un numero di casi in rapido aumento, ma il riconoscimento di tale malattia in Cina è limitato, così come lo sono i trattamenti e le cure. Nelle principali città del Paese di mezzo moltissime strutture ospedaliere hanno segnalato fortissimi aumenti di persone affette da disturbi del comportamento alimentare e che al contempo cercano, e soprattutto necessitano di trattamenti e cure. Una clinica specializzata in disturbi mentali di Shanghai ha affermato di aver trattato solamente tre casi di disturbi alimentari nel 2002 e 591 casi simili nel 2018, un numero decisamente basso per una popolazione che sfiora il miliardo e mezzo di abitanti.

Si tratta di un fenomeno straniero? In occidente l’anoressia nervosa ha fatto la sua comparsa negli anni ’50.  Molte delle persone che hanno riconosciuto il proprio DCA suggeriscono che questo sia un “fenomeno straniero” e pare che sia arrivato in Cina solo di recente. Un rapporto della Global Burden of Disease pubblicato nel 2019 stimava che al mondo ci fossero 13,6 milioni di casi di anoressia o bulimia e 41,9 milioni di casi di abbuffate e altri disturbi alimentari. In Cina è difficile reperire dati dettagliati relativi ai disturbi alimentari. Tuttavia un paese che vanta di un rapido sviluppo socio-economico sta assistendo a un drammatico aumento di disordini alimentari.

Tuttavia, negli ultimi anni, i casi di anoressia nervosa in Cina sono diminuiti a fronte di un altro tipo di disturbo alimentare che è l’obesità. Un rapporto pubblicano dalle autorità sanitarie cinesi a dicembre 2021 e basato sui risultati di un’indagine condotta tra il 2015 e il 2019 a livello nazionale, ha affermato che oltre il 50% degli adulti cinesi è in sovrappeso o obeso

E il ruolo dei social?  I social media in Cina giocano un ruolo fondamentale nella propagazione di immagini che dettano standard di bellezza da seguire nel Paese di mezzo e anche di come un corpo si dovrebbe considerare “perfetto”.  “Ero influenzata da Internet e avevo bassa autostima di me “, “pensavo di non essere abbastanza perfetta”, dice Zhang Qiwen, che pesava solo 28 chili prima di finire in terapia intensiva. Oggi Zhang è una delle principali attiviste sul tema dei disordini alimentari in Cina e attraverso una sua mostra spera di far luce nelle malattie dei disturbi alimentari. La mostra risponde a molti stereotipi dannosi che la pressione sociale e la cultura mainstream moderna esercitano al giorno d’oggi.

Sara Daverio
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti