sabato, 10 Dicembre 2022
HomeRelazioni internazionaliLa videoconferenza tra Biden e Xi Jinping

La videoconferenza tra Biden e Xi Jinping

Crisi in Ucraina e relazioni bilaterali USA-Cina i temi principali del colloquio

Venerdì 18 marzo si è tenuto un colloquio in videoconferenza di quasi due ore tra il presidente americano Joe Biden e il presidente cinese Xi Jinping per discutere della crisi ucraina e delle relazioni bilaterali tra Stati Uniti e Cina. Questo è il primo colloquio tra i due leader dall’inizio del conflitto, preceduto dall’incontro preparatorio avvenuto a Roma tra Jack Sullivan, consigliere alla sicurezza nazionale americano, e Yang Jiechi, membro del Politburo e capo della commissione affari esteri del partito.

Durante il video colloquio, Biden ha chiarito quali sono le posizioni degli Stati Uniti, della Nato e degli alleati e le misure adottate per contrastare l’invasione. Inoltre, ha chiesto alla Cina di prendere le distanze da Mosca. Infatti, questo colloquio è stato voluto dalla parte americana per la crescente preoccupazione per via di una presunta collaborazione tra Cina e Russia. L’addetto stampa della Casa Bianca ha affermato «Il presidente ha spiegato in dettaglio quali sarebbero state le implicazioni e le conseguenze se la Cina fornisse sostegno materiale alla Russia». Nonostante ciò, La Cina ha sempre sostenuto la sovranità dell’Ucraina e in queste settimane ha inviato aiuti umanitari alla popolazione.

Xi Jinping ha dichiarato che la crisi in Ucraina è qualcosa che la Cina non avrebbe mai voluto vedere e che il Paese promuove la pace e si oppone alla guerra. Ha proseguito affermando che questa crisi va risolta congiuntamente, perché, in quanto superpotenze, sono responsabili nel garantire la pace e la sicurezza della comunità internazionale. Inoltre, il presidente cinese ha affermato che la Nato e gli Stati Uniti dovrebbero intraprendere un dialogo con la Russia per capire quale sia la ragione dietro a questo conflitto. Entrambi i presidenti hanno sottolineato la necessità di risolvere la crisi ucraina al più presto attraverso la diplomazia.

Per quanto riguardano le relazioni bilaterali tra Cina e Stati Uniti, Biden condivide l’opinione di Xi secondo cui i due Paesi devono rispettarsi a vicenda, mantenere la comunicazione e il dialogo per evitare contrasti e gestire la concorrenza tra i due Paesi. Il nocciolo più delicato nelle relazioni sino-americane riguarda Taiwan. Joe Biden ha affermato che la posizione degli Stati Uniti su Taiwan è rimasta invariata, sottolineando che nessuno può unilateralmente cambiare lo status quo. Xi Jinping ha voluto ribadire che la questione è molto seria e che se gestita male potrebbe influenzare negativamente sui rapporti sino-americani.

Ritenendo entrambi costruttivo il colloquio, i due presidenti hanno auspicato un miglioramento delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi e una risoluzione a breve termine del conflitto ucraino.

Silvia Spera
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti