martedì, 6 Dicembre 2022
HomeRelazioni internazionaliSiglato accordo sul gas tra Germania e Qatar

Siglato accordo sul gas tra Germania e Qatar

La Germania firma un accordo energetico con il Qatar per ridurre la sua dipendenza energetica dalla Russia

La Germania, che fa molto affidamento sulla Russia per la sua fornitura di idrocarburi, ha firmato un accordo energetico con il Qatar per ridurre la sua dipendenza dal gas russo, in seguito all’invasione da parte di Mosca dell’Ucraina. 

Domenica 20 marzo, Germania e Qatar hanno raggiunto una partnership energetica a lungo termine, dato il desiderio della più grande economia europea di essere meno dipendente dalle fonti energetiche russe. Il ministro dell’economia tedesco Robert Habeck ha lanciato diverse iniziative per ridurre la sua dipendenza energetica dalla Russia che finora è stato il più grande fornitore di gas alla Germania. 

Habeck ha incontrato a Doha l’emiro del Qatar, lo sceicco Tamim bin Hamad Al Thani e i due hanno discusso sulle iniziative per rafforzare le relazioni bilaterali ed incrementare la cooperazione del paese con l’economia tedesca, fornendo assistenza anche per la crescita nelle energie rinnovabili. L’accordo infatti, non riguarda soltanto il gas ma anche l’espansione dell’energia da fonti rinnovabili e misure di efficienza energetica, settori su cui le imprese tedesche hanno molto da offrire, come ha riferito il ministro Habeck. Pertanto, un portavoce del ministero dell’Economia tedesco a Berlino ha confermato, nella giornata di domenica, che un accordo è stato raggiunto, sebbene non si conoscano dettagli sulla quantità delle forniture.

In un comunicato il Qatar, uno dei tre maggiori esportatori di gas naturale liquefatto (GNL) al mondo, ha affermato di aver cercato per anni di rifornire la Germania ma le discussioni e gli incontri non hanno mai portato ad accordi concreti. 

Alla fine di febbraio, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato la costruzione di nuovi terminal di gas naturale liquefatto in risposta a quella che secondo alcuni critici era l’eccessiva dipendenza della Germania dal gas russo. I due terminal saranno situati a Brunsbuttel e Wilhelmshaven nel nord della Germania. Dopo l’invasione russa dell’Ucraina, la Germania ha sospeso il progetto del gasdotto Nord Stream 2 progettato per portare il gas naturale russo direttamente in Germania attraverso il Mar Baltico. 

Pertanto, la Germania intende eliminare gradualmente la sua produzione di energia nucleare entro la fine di quest’anno, lasciando gli analisti a chiedersi come la più grande economia europea soddisferà tutte le sue esigenze energetiche. 

Veronica Dello Iacono
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione (LM-94)
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti