martedì, 9 Agosto 2022
HomeL'Italia nel MondoVenezia: verso l'obbligo di prenotazione per visitare la città

Venezia: verso l’obbligo di prenotazione per visitare la città

Tra due mesi ci sarà l'obbligo di prenotazione, mentre entro il 2023 servirà pagare un ticket per l'ingresso

A fronte di un’ondata di turisti da record, che ha portato nella città lagunare più di 120.000 turisti nel fine settimana di Pasqua, Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia, ha reso noto che dal mese di giugno 2022 sarà necessario prenotare per visitare la città.

Si tratterà di un periodo di prova di questa misura volta a contingentare l’ingresso nella città lagunare, che in questi ultimi giorni ha registrato una presenza di turisti equiparabile al periodo precedente alla pandemia da Covid-19.

Come riporta il Guardian, il sindaco Brugnaro ha affermato infatti che «Il turismo a Venezia sta ripartendo, ed è una boccata d’aria fresca per gli operatori del turismo. Oggi in tanti hanno capito che il sistema di prenotazione è la strada giusta da intraprendere per una gestione più equilibrata del turismo stesso.»

L’assessore al Turismo di Venezia Simone Venturini ha poi avvalorato le motivazioni del sindaco asserendo che «Chi prenoterà riceverà incentivi, come sconti per l’ingresso ai musei. Per determinare la tariffa di accesso, fisseremo una soglia massima di 40.000 o 50.000 visitatori al giorno».

L’amministrazione comunale ha inoltre affermato che il pagamento della tariffa d’ingresso con molta probabilità entrerà in vigore nel 2023, e si aggirerà intorno ai 10€ al massimo, ad eccezione di coloro che pernotteranno in città, in quanto pagano già la tassa di soggiorno.

Per ulteriori dettagli in merito a questo piano approntato dall’amministrazione veneziana, bisognerà quindi attendere ancora qualche settimana, mentre intanto la città si prepara ad accogliere un ulteriore afflusso di turisti in occasione dell’imminente inaugurazione della Biennale di Venezia, prevista per il prossimo 23 aprile, oltre che ai festeggiamenti attesi per il 25 aprile, giorno del 76° anniversario della Liberazione d’Italia.

Francesca Nardella
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti