lunedì, 5 Dicembre 2022
HomeNotizie dal mondoEuropaTribunale di Londra: emesso ordine di estradizione per Julian Assange

Tribunale di Londra: emesso ordine di estradizione per Julian Assange

Il fondatore di WikiLeaks è sempre più vicino all'estradizione negli USA, dove sarà processato per spionaggio

Il tribunale di Londra ha emesso nell’udienza dello scorso mercoledì 20 aprile un ordine di estradizione per Julian Assange, rimettendo l’ultima parola sul suo effettivo trasferimento negli Stati Uniti al ministro dell’Interno britannico Priti Patel.

Assange è infatti ricercato negli Stati Uniti per 18 capi d’accusa, da quando nel 2010 WikiLeaks ha pubblicato numerosi file riservati riguardanti segreti di Stato e documenti secretati del Pentagono riguardanti principalmente la guerra in Afghanistan ed Iraq, così violando l’Espionage Act, e rischiando per questo una condanna a 175 anni di reclusione.

Il fondatore di WikiLeaks si era rifugiato nel 2012 presso l’ambasciata dell’Ecuador a Londra, ma in seguito al ritiro della sua cittadinanza ecuadoriana avvenuta nel 2019, è stato arrestato dai servizi segreti britannici e da allora è detenuto nel carcere di massima sicurezza di Belmarsh nella capitale britannica.

Nonostante una sentenza del gennaio 2021 avesse negato l’estradizione di Assange, nel mese di dicembre dello scorso anno l’Alta Corte di Londra ha ribaltato la sentenza disponendo la sua estradizione negli Stati Uniti, garantendo un giusto trattamento per Assange che quindi non sarebbe stato oggetto di alcuna misura amministrativa “speciale”, nè prima nè dopo il processo.

Ad ogni modo, si rimette la decisione definitiva al ministro Patel, ma il team legale di Assange ha ancora la possibilità di impugnare la sentenza di estradizione o di altre questioni legali sollevate in primo grado per le quali si potrebbe ancora presentare ricorso, quindi sarà necessario attendere ancora alcuni giorni o settimane affinchè la sentenza emessa dal Westminster Magistrates’ Court di Londra sia resa effettiva o meno.

Francesca Nardella
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti