mercoledì, 28 Settembre 2022
HomeEconomiaColombia: si insedia il nuovo presidente Gustavo Petro

Colombia: si insedia il nuovo presidente Gustavo Petro

Gustavo Petro è entrato in carica come presidente della Colombia domenica 7 agosto, dopo aver vinto le elezioni al secondo turno lo scorso 19 giugno

Gustavo Petro, il nuovo presidente della Colombia, ha l’obiettivo di conciliare un’agenda ambiziosa, riformista, con una grave crisi economica da affrontare. È questo il punto di partenza di Gustavo Petro: ex sindaco di Bogotá, economista e deputato, salito al potere grazie alla sua proposta di cambiare il Paese dove disuguaglianze, inflazione e violenza regnano sovrane. A ciò si aggiunge il contesto internazionale, dove le grandi economie sono sull’orlo della recessione, l’inflazione è alle stelle e l’aumento dei tassi di interesse nei Paesi sviluppati sta colpendo le economie emergenti, come la Colombia.

Quello di Petro è -secondo alcuni analisti- forse il piano di governo più ambizioso che il Paese abbia mai avuto: propone cambiamenti radicali nei sistemi dell’istruzione, del lavoro, delle pensioni e della sanità; vuole trasformare l’economia colombiana verso una produzione più pulita e non estrattiva.

Il nuovo Ministro dell’Economia e delle Finanze, José Antonio Ocampo, nominato dal presidente Petro, ha affermato di «non voler proporre cose folli, né accettarle. Ho trovato uno Stato sottofinanziato, con enormi debiti nel settore sanitario, lacune in sussidi fondamentali, come la benzina, e mancanza di risorse». Il presidente uscente, Iván Duque, difende la sua gestione del Paese come quella che nella storia ha investito di più in equità, per aver regolarizzato centinaia di migliaia di migranti venezuelani e inaugurato importanti opere infrastrutturali. Oggi, infatti, la Colombia è una delle economie in più rapida crescita nel continente latinoamericano, secondo l’ultimo rapporto del Fondo Monetario Internazionale (FMI).

Petro comunque dovrà fare i conti anche con il deficit causato dalla pandemia, e se vuole mantenere una certa stabilità macroeconomica, dovrà tagliare la spesa statale in modo che il deficit fiscale scenda, contenendo dunque inflazione e svalutazione, secondo quanto riporta la BBC. Una delle principali riforme proposte da Petro, infatti, riguarda la riforma fiscale, che ha diversi obiettivi: far sì che le persone con alto reddito contribuiscano di più sull’economia e che le esenzioni siano regolamentate; alleviare la pressione sulle aziende per incoraggiare la produzione; coprire il deficit e pagare gli impegni di debito.

Sono state queste le promesse che il nuovo Presidente ha ribadito durante la cerimonia domenica 7 agosto, in un discorso di 47 minuti dove ha evidenziato le importanti questioni che hanno guidato la propria campagna elettorale. A differenza di altre elezioni presidenziali in Colombia, questa volta si è svolta una festa non solo nelle principali città del Paese, ma anche nelle regioni remote e più povere per accogliere il nuovo presidente; decine di artisti colombiani si sono esibiti per le strade, con la partecipazione di 100.000 persone.

Si apre così una nuova era nella storia della Colombia.

Chiara Felizzi
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione (LM94)
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti