domenica, 4 Dicembre 2022
HomeNotizie dal mondoQatar 2022: i tifosi dei Mondiali dormiranno nei container

Qatar 2022: i tifosi dei Mondiali dormiranno nei container

In Qatar, in occasione dei Mondiali, sono stati allestiti dei villaggi nel deserto per i tifosi che si recheranno nel paese per seguire la Coppa del Mondo

La tanto attesa Coppa del Mondo di calcio è ormai alle porte.

L’inizio dei Mondiali in Qatar, previsto per il 20 novembre, prevede l’arrivo di circa 60mila tifosi.

Dato che il prezzo medio per una stanza d’hotel è molto alto, per di più le strutture alberghiere non sono molte e per la maggior parte già al completo, sono stati allestiti 30mila piccoli appartamenti, ad un prezzo modesto, per i tifosi desiderosi di spendere poco.

In realtà, si tratta di veri e propri container, il cui costo per una notte oscilla tra i 200 e i 270 dollari. Il prezzo delle sistemazioni rimane alto, ma sicuramente molto più economico rispetto a quello delle strutture alberghiere del Qatar. 

Gli alloggi, dunque, corrispondono a delle piccole camere prefabbricate, con un massimo di due posti letto ciascuna. Sono dislocati nel deserto e formano una sorta di piccolo villaggio, chiamato Al-Emadi, nella periferia di Doha. 

Il villaggio, dedicato ai tifosi del Mondiale, soprannominato dal sito ufficiale della Coppa del Mondo “Fan Village”, è comparso di recente in alcune immagini pubblicate sul sito dell’evento e su diversi social.

Tra le note negative, vi è senza dubbio la posizione: essendo nel mezzo del deserto, i tifosi potrebbero assistere a tempeste di sabbia e forte vento.

Gli interni degli alloggi sono molto semplici, con servizi igienici, mini-frigorifero e occorrente necessario per prepararsi tè e caffè. Vi è spazio anche per dei comodini e degli armadi di piccole dimensioni.

Ristoranti e altre strutture, tra cui grandi schermi da dove poter vedere la partita, si trovano all’interno di altre aree dedicate ai tifosi.

Tuttavia, i fan dovranno ricordarsi delle rigide regole del paese, che vietano il consumo di alcolici al di fuori dei luoghi che hanno una particolare licenza come ristoranti e hotel, tra cui non è compreso il villaggio di Al-Emadi.

Il Qatar, infatti, è una delle nazioni più restrittive al mondo.

Le classiche abitudini festaiole dei tifosi, che in genere accompagnano il grande evento sportivo, saranno quindi in gran parte assenti. 

Da quando il Qatar ha ottenuto il diritto di ospitare la Coppa del Mondo 2022, dozzine di complessi alberghieri e ricreativi, tra cui resort, musei e ristoranti, sono stati costruiti per preparare il paese ad un evento di tale portata. 

A meno di due settimane dall’inizio dei Mondiali, il Golfo è pronto a mettere in scena un vero e proprio spettacolo e continua a prepararsi senza sosta per poter accogliere più di un milione di persone previste tra calciatori, staff, giornalisti e ovviamente tifosi.

Sara Grilli
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti