lunedì, 30 Gennaio 2023
HomeNotizie dal mondoPerù: Dina Boluarte nomina il nuovo governo dopo il fallito colpo di...

Perù: Dina Boluarte nomina il nuovo governo dopo il fallito colpo di stato di Castillo

Tre giorni dopo il fallito golpe di Pedro Castillo, La Presidente Boluarte nomina il nuovo governo mentre la popolazione chiede elezioni anticipate

Lo scorso mercoledì 7 dicembre, Pedro Castillo ha tentato di sciogliere il Congresso e decretare un governo di eccezione, ma i deputati sono rimasti al loro posto in aula e hanno approvato con voto di maggioranza il suo decadimento dalla carica di presidente.

Castillo, il maestro di scuola che seppe approfittare della crisi politica per imporsi alle elezioni presidenziali del 2021, ha iniziato la sua presidenza acclamato nelle piazze dalle folle come l’uomo umile venuto a rappresentare coloro che non avevano mai governato in Perù, ma nel corso del suo breve mandato non è mai riuscito ad ottenere il sostegno dell’establishment. 

Arrivato al potere come il portavoce del cambiamento, ha inaugurato il suo governo con politici moderni, femministi, colti e prestigiosi, ma il suo progetto è stato presto abbandonato e si è circondato di persone ultraconservatrici e cospiratrici. Nell’anno e mezzo in cui è stato a capo del governo ha cambiato mezzo centinaio di ministri e ha nominato cinque governi.

Il colpo inferto da Castillo all’ordine costituzionale è durato circa tre ore, il tempo necessario ai militari per emettere un breve comunicato in cui annunciavano di non appoggiare il golpe. Accompagnato in questura dalla sua stessa guardia del corpo, oltre alle condanne che potrebbe subire per i casi di corruzione, Castillo deve ora affrontare un’accusa di ribellione che potrebbe costargli dai 10 ai 20 anni di reclusione.

La vicepresidente Dina Boluarte ha condannato il tentativo di golpe ed ha assunto la presidenza dopo la destituzione di Castillo, diventando così la prima donna a ricoprire la carica di presidente del Perù, e lo scorso sabato 10 dicembre ha nominato il nuovo governo.  

Boluarte Presidente

Dati i casi di corruzione che hanno coinvolto i leader politici susseguitisi nel corso della storia del Paese, e a causa della più recente avventura golpista di Castillo, come riportato da El País, il giuramento che Boluarte ha fatto con ogni ministro conteneva una frase che fino ad oggi non faceva parte del protocollo: «Giuri su Dio e su questi santi vangeli di svolgere lealmente e fedelmente, senza commettere atti di corruzione, la carica di ministro di Stato che ti affido?».

Nonostante quasi l’87% della popolazione chieda che vengano indette elezioni anticipate per poter eleggere democraticamente il nuovo leader del Paese, di fronte alle proteste la Presidente ha invitato alla calma. Secondo quanto riportato da El País, sebbene la sua intenzione sia quella di governare fino al 2026, quando scadrebbe il suo attuale mandato, Boluarte ha dichiarato di non escludere un’elezione anticipata: «Quando due giorni fa è stato prestato il giuramento, il mandato prevedeva una durata fino al 2026. Tuttavia, se la società e la situazione lo giustificano, anticiperemo le elezioni dialogando con le forze politiche e democratiche del Congresso».

Margherita Santoni
Studentessa della facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti