sabato, 25 Maggio 2024
HomeL'Italia nel MondoChico Forti: dopo 24 anni torna in Italia

Chico Forti: dopo 24 anni torna in Italia

Dopo 24 anni di detenzione in Florida sta per tornare in Italia Chico Forti. IL suo caso era stato paragonato a quello di Amanda Knox

Chico Forti, pseudonimo di Enrico Forti, è un ex velista e produttore televisivo italiano. Forti, accusato dell’omicidio di Dale Pike, è da 24 anni nel carcere statale South Florida Reception Center in Florida, Stati Uniti.

Dopo aver vinto nel programma televisivo TeleMike, nel 1992 Forti si reca negli Stati Uniti per diventare imprenditore e nel mercato immobiliare. Lì metterà su famiglia. Ma il sogno americano svanisce quando nel 1998 viene arrestato con l’accusa di omicidio. La vittima, per la giustizia americana è Dale Pike, figlio di Anthony Pike, l’imprenditore da cui Forti stava per acquistare il Pikes Hotel nell’isola spagnola di Ibiza.

Secondo la ricostruzione della polizia statunitense riportata sul Corriere della Sera, Pike figlio era contrario alla vendita dell’immobile. Forti sarebbe stata l’ultima persona a vederlo in vita. Infatti, i due si incontrano il 15 febbraio del 1998 all’aeroporto di Miami. Qualche ora più tardi il giovane Pike venne ritrovato morto per due colpi di arma da fuoco alla nuca. Era stato lasciato nudo sulla spiaggia di Sewer Beach.

Forti è il primo ed unico sospettato, come riporta CBS News. Il suo numero di telefono era tra gli ultimi digitati nel cellulare della vittima. Questo unite alle bugie sul non aver incontrato la vittima dette durante l’interrogatorio e il presunto movente della compravendita dell’hotel costeranno la libertà a Chico Forti.

Nel 2000 ci sarà la definitiva condanna all’ergastolo, nonostante si sia sempre proclamato innocente. Da allora Chico Forti ha sempre ricevuto un enorme sostegno dalla politica italiana e da personaggi di spicco del Paese, come Andrea Bocelli ed Enrico Ruggeri.

Proprio l’interrogatorio avvenuto senza legale e il processo senza prove concrete sono stati altamente contestati dai sostenitori di Forti, a partire dalla famiglia. Lo zio di Chico, Gianni Forti, intervistato da Erin Moriarty, corrispondete di CBS News, ha paragonato il caso del nipote a quello di Amanda Knox. I due non avrebbero ricevuto il giusto supporto durante le indagini e il processo ed entrambi si crede siano stati “incastrati”.

Nel corso degli anni sono stati numerosi le richieste e i tentativi di estradizione. Come ricorda Rai News, tra il 2020 e il 2021 l’allora Ministro degli Esteri Di Maio aveva ottenuto il trasferimento di Chico in Italia e ne fu annunciato il rimpatrio. Si così aperta una lunga mediazione con il Governatore della Florida Ron DeSantis. Come riportato da Politico e Tampa Bay Times, il Governatore temeva per il malcontento dell’opinione pubblica statunitense. Un lungo e complesso dialogo che si è concluso a marzo di quest’anno con la telefonata del Presidente del Consiglio Meloni: “E ora ti aspettiamo in Italia, Chico”, il cui ritorno segna un vittoria politica per il Governo.

Lisia Petrini
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti