venerdì, 12 Agosto 2022
HomeNotizie dal mondoIl presidente Biden propone Ketanji Brown Jackson come membro della Corte Suprema

Il presidente Biden propone Ketanji Brown Jackson come membro della Corte Suprema

Ketanji Brown Jackson potrebbe diventare la prima donna giudice afroamericana della più alta corte degli Stati Uniti, si aspetta la conferma da parte del Senato

Venerdì 25 febbraio potrebbe essere una data significativa per la storia americana, in quanto per la prima volta una giudice donna afroamericana potrebbe varcare la soglia della Corte Suprema. Il presidente Joe Biden ha infatti proposto Ketanji Brown Jackson per questa alta carica, in seguito all’annuncio del pensionamento a fine estate da parte del giudice progressista Stephen Breyer.

Ketanji Brown Jackson è nata a Washington D.C. 51 anni fa e cresciuta in Florida. Si è laureata ad Harvard per poi iniziare la carriera giuridica sotto l’amministrazione Obama. Attualmente è giudice federale nel distretto del Corte di Appello della capitale. Il suo orientamento politico progressista è simile a quello del suo predecessore, nominato da Bill Clinton nel 1994. Durante il suo discorso di presentazione ha affermato «Tra le tante fortune che ho avuto, c’è in assoluto l’essere nata negli Stati Uniti».

Attraverso questa scelta, il presidente Biden ha mantenuto la promessa fatta durante la campagna elettorale nel nominare una donna afroamericana come giudice della Corte Suprema. L’ha descritta come una donna brillante e con grandi capacità, in quanto ha lavorato sia come avvocato difensore ed ha anche aiutato la comunità. Ha scelto il suo curriculum per portare diversità nel panorama giuridico statunitense, infatti, Biden ha affermato «Credo che sia giunto il momento di avere una corte che rispecchi la grandezza e le capacità della nostra nazione, attraverso un candidato che possa ispirare i giovani a credere nelle proprie capacità per poter servire gli Stati Uniti ai massimi livelli».

Attualmente, la Corte Suprema è composta da sei giudici conservatori, John G. Robert, Clarence Thomas, Samuel Alito, Neil Gorsuch, Brett Kavanaugh e Amy Coney Barrett e tre liberali, Sonia Sotomayor, Elena Kagan, ai quali si aggiungerà Brown Jackson, incrementando a 4 membri la quota rosa. Questa nomina, di fatto, non cambierà gli equilibri della Corte che rimarrà a maggioranza conservatrice.

Nelle settimane successive, il Senato dovrà confermare la nomina con la maggioranza semplice dei voti. Attualmente i democratici hanno una leggera maggioranza, ma sperano in un consenso anche da parte dei repubblicani; sicuramente il fatto che lo scorso anno sia stata confermata giudice alla Corte d’Appello da questo stesso Senato lascia ben sperare al successo di Ketanji Brown Jackson.

Silvia Spera
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti