martedì, 9 Agosto 2022
HomeNotizie dal mondoNovaya Gazeta Europe: il nuovo progetto di Kirill Martynov per evitare la...

Novaya Gazeta Europe: il nuovo progetto di Kirill Martynov per evitare la censura russa

Dopo la sospensione delle pubblicazioni in merito all'invasione in Ucraina, nasce Novaya Gazeta Europe. Il caporedattore, Kirill Martynov, annuncia che il quotidiano sarà indipendente dalla Novaya Gazeta russa, e che è necessario far sentire la voce della Russia contro la guerra

Dopo la stretta di Vladimir Putin sulla libertà di stampa, nasce un nuovo progetto tutto europeo per aggirare la censura.

Novaya Gazeta Europe nasce nove giorni dopo l’annuncio, da parte della redazione di Dmitrij Muratov, di sospensione delle pubblicazioni in Russia fino al termine del conflitto.

Il caporedattore di Novaya Gazeta Europe, Kirill Martynov, ha dichiarato che il quotidiano sarà indipendente dalla Novaya Gazeta russa, “sia legalmente che nella pratica”. La redazione sarà inoltre composta da giornalisti che hanno deciso di lasciare la Russia.

Martynov ha dichiarato ai microfoni di The Moscow Times giovedì 7 aprile, che non ci sarà nessuno che lavorerà contemporaneamente per Novaya Gazeta e Novaya Gazeta Europe.

Il giornale intende raggiungere un pubblico nazionale e internazionale, e gli articoli verranno pubblicati sia in lingua inglese che russa. Martynov, che vive a Riga, dichiara che lui ed il suo team stanno valutando di lanciare un’edizione anche in lingua lettone. I Canali Telegram, Instagram e Twitter del quotidiano sono già operativi, ma la il lancio ufficiale di Novaya Gazeta Europe ci sarà la settimana prossima.

Martynov ha anche annunciato che il suo obiettivo è di dare il via alle pubblicazioni il prima possibile, in modo che si prosegua la copertura dell’invasione russa in Ucraina.

«Dobbiamo combattere per la voce della Russia contro la guerra, sia in Europa che nel mondo. Dato che sono trascorsi meno di cinque mesi dalla consegna del Premio Nobel per la pace a Muratov e la chiusura di Novaya Gazeta, sento che dobbiamo trarre alcune lezioni, alzare la posta in gioco e creare qualcosa di globale», queste le sue parole ai microfoni di The Moscow Times.

Per motivi di sicurezza, Martynov non ha specificato se farà parte del progetto anche Muratov.

Il caporedattore del progetto europeo ha anche che stabilirà dei protocolli di sicurezza per il suo team di giornalisti, che sceglieranno se pubblicare o meno con il loro nome.

Elena Panniello
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione (LM94)
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti