lunedì, 17 Giugno 2024
HomeGeneraliLa pratica sleale sulla vendita del pandoro di Chiara Ferragni: la questione...

La pratica sleale sulla vendita del pandoro di Chiara Ferragni: la questione diventa un affare politico.

Il premier Giorgia Meloni, domenica 17 dicembre, ha indirettamente attaccato l'imprenditrice e influencer Chiara Ferragni, dopo che quest'ultima è stata multata dall'Antitrust per una pratica commerciale sleale sulla vendita di un pandoro.

L’anno scorso, Chiara Ferragni ha lanciato un’iniziativa benefica insieme all’azienda dolciaria italiana Balocco per una donazione all’ospedale torinese Regina Margherita. Tuttavia, stando a quanto affermato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), la somma di 50.000 sarebbe stata devoluta al suddetto ospedale ancor prima di lanciare l’iniziativa riguardante il pandoro griffato Ferragni. Perciò, si deduce che i ricavati dello stesso non avrebbero nulla a che fare con la quota donata da Balocco.

La notizia ha fatto parlare anche i quotidiani di altri paesi per lo scalpore che ha suscitato e per l’attenzione che gli è stata data anche dalla politica italiana. Infatti, il giornale francese Le Figaro ha riportato i dettagli relativi alla multa notificata all’influencer italiana e, in particolare, alle sue società, nonché all’azienda dolciaria Balocco: rispettivamente 400.000 euro per Fenice, 675.000 euro per TBS Crew e 420.000 euro per Balocco.

Il fatto ha poi scatenato l’opinione pubblica e anche il parere della politica. Difatti, come riporta il quotidiano francese Courrier International, la leader di Fratelli d’Italia, nonché Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, si è pronunciata sul caso durante il discorso conclusivo ad Atreju. Secondo quanto riportato dal giornale d’oltralpe, Giorgia Meloni ha lanciato un attacco indiretto a Chiara Ferragni, rivolgendosi in maniera generale agli influencer, che ha definito “un modello da non seguire”. Il Presidente del Consiglio ha poi continuato: «Il vero modello non sono gli influencer che fanno soldi a palate indossando degli abiti o mostrando delle borse, facendo da eco al design o addirittura promuovendo carissimi panettoni con i quali si fa credere che si farà beneficenza, ma il cui prezzo serve solo a pagare cachet milionari».

Il giornale francese ha poi precisato che, benché Giorgia Meloni non abbia citato nessuno in maniera esplicita, dalle sue prime parole qualunque italiano avrebbe capito verso chi stesse puntando il dito. Lo ha capito benissimo anche Fedez, il marito dell’influencer, che si è schierato immediatamente dalla parte di sua moglie in un video e si è poi difeso anche dalle numerose accuse che gli sono state rivolte sul web, pur non avendo nulla a che fare con l’affare Balocco-Ferragni. Allo stesso tempo, tuttavia, in molti sul web hanno sostenuto quanto affermato dal cantante sui social network, ovvero che la Meloni avrebbe dato più attenzione ad una vicenda simile, che ai problemi seri che toccano il paese e che dovrebbero essere la vera priorità.

RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti