lunedì, 22 Aprile 2024
HomeLingue e CultureL’esperienza culinaria si fonde con la bellezza dell’arte nei ristoranti di Shim...

L’esperienza culinaria si fonde con la bellezza dell’arte nei ristoranti di Shim Jun-sub

A Seul, Shim Jun-sub ha trasformato i suoi ristoranti in gallerie d’arte. Con una collezione di oltre 100 opere

Nel 2021, Shim Jun-sub ha aperto il suo primo ristorante a Seul, chiamato OPNNG, seguito poi da un secondo ristorante, Taste and Taste. Secondo quanto riporta CNA, i ristoranti di Shim sono concepiti per funzionare come spazi culturali in cui cibo, arte e design si fondono per creare un’esperienza coinvolgente.

L’imprenditore Shim Jun-sub, che ha lavorato per molti anni nello sviluppo della più grande piattaforma di moda online della Corea del Sud, Musinsa, possiede più di 100 opere d’arte appartenenti ad artisti coreani degli anni ‘60 fino ad arrivare ad opere dell’arte contemporanea coreana.

Come afferma in un’intervista con la CNA, “Fin da giovane ho sempre amato collezionare. Alla fine, collezionare è l’atto di creare una composizione, non semplicemente acquistare qualcosa”

È con questa idea che Shim apre i suoi due ristoranti. Spinto dalla volontà di creare un’ambiente unico che offrisse alle persone diverse esperienze sensoriali, coinvolgendo il palato e la vista, al fine di creare una magica composizione di sensazioni.

Nell’intervista concessa all’hypebeast, Shim riferisce di aver concepito il suo primo ristorante, l’OPNNG, proprio con l’obbiettivo di poter esporre i suoi quadri e trasformare un ristorante in una piccola galleria d’arte. Infatti, la disposizione dei quadri non è causale, ma attentamente studiata. Le opere sono posizionate in modo da armonizzarsi con l’ambiente circostante e considerare anche il percorso che dovrà effettuare il cliente. Proprio come in una mostra d’arte, i quadri sono disposti facendo si che rappresentino una scoperta continua per l’osservatore, quasi come un viaggio.

Particolare importanza viene data all’opera esposta all’entrata, che deve catturare lo spettatore senza essere troppo invasiva, in modo da mantenere vivo l’interesse per le altre opere. L’obbiettivo di Shim è quello di creare un crescendo di emozioni e far si che il percorso sia una continua scoperta per il cliente.

Le opere vengono periodicamente cambiate per offrire alla clientela un’esperienza sempre diversa. L’unica opera che non cambia mai, nell’OPNNG, è un’opera dell’artista sudcoreano Lee Ufan, un quadro che mostra un oggetto rosso dipinto da Lee su un piatto. Siccome viene usato il colore del vino, per Shim quest’opera mostra molto bene i tre elementi del suo ristorante: cibo, arte e vino.

RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti