domenica, 19 Maggio 2024
HomeNotizie dal mondoEuropaIn Gran Bretagna i nati dal 2009 in poi non potranno mai...

In Gran Bretagna i nati dal 2009 in poi non potranno mai più acquistare sigarette

La proposta mira alla creazione di una generazione “smoke-free” e a ridurre il numero delle morti causate dal fumo

I quindicenni di oggi saranno i maggiorenni cui sarà proibito l’acquisto di sigarette domani.

Questo è il cuore del disegno di Legge dell’Esecutivo britannico, passato in Parlamento con 383 voti favorevoli contro 67. Se dovesse diventare legge, sarebbe tra le più restrittive al mondo.

Secondo quanto riportato dalla BBC, Rishi Sunak avrebbe presentato la misura sulla falsariga di una legge entrata in vigore in Nuova Zelanda durante il Governo precedente, ma cancellata dall’attuale esecutivo nel 2023, a causa di problemi prettamente economici. 

Il nuovo disegno di legge britannico prevede che tutti i nati dal 2009 in poi, una volta maggiorenni, non possano acquistare alcun tipo di sigaretta, compresa quella elettronica. Il divieto sarà permanente, perciò anche dopo la maggiore età, l’acquisto di sigarette per queste persone sarà vietato.

Sono previste multe salate, della somma di £100, per i commercianti che vendano tabacco o sigarette elettroniche ai minorenni. Questi soldi verranno reinvestiti dalle autorità locali per l’applicazione stessa della Legge, ma il Governo ha affermato che spenderà ulteriori £30.000, da utilizzare anche per l’eliminazione del mercato nero delle sigarette. L’obiettivo di Sunak è quello di collaborare con il Galles, la Scozia e l’Irlanda del Nord, per espandere l’ancora ipotetica futura Legge in tutto il Regno Unito.

Tuttavia, diverse sono state le opposizioni alla proposta, due delle quali rappresentate dagli ex Primi Ministri Boris Johnson e Liz Truss. Quest’ultima, nel suo discorso riportato dalla BBC, ha affermato: «è molto importante proteggere le persone nel periodo della crescita, ma l’idea di proteggere gli adulti da se stessi è davvero problematica».

A coloro che hanno criticato la misura come una “privazione della libertà”, la Segretaria di Stato per la Salute e l’Assistenza Sociale, Victoria Atkins, risponde che «non esiste libertà nella dipendenza».

Si trova d’accordo anche il Segretario di Stato ombra per la Salute e l’Assistenza Sociale Wes Streeting, che afferma: «se avremo il privilegio di formare il prossimo Governo, noi Laburisti rafforzeremo tale divieto, così i giovani di oggi saranno meno inclini a fumare rispetto a quanto non lo siano a votare i Conservatori».

Nel Regno Unito, l’uso del tabacco causa 80.000 morti ogni anno, e un paziente viene ricoverato per patologie legate al fumo, quali cardiopatie, ictus e cancro ai polmoni, circa ogni minuto.

Il disegno di legge prevede anche una riduzione dei gusti disponibili delle sigarette elettroniche, così da renderle meno accattivanti agli occhi dei più giovani.

Laura Vargiu
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti