sabato, 25 Maggio 2024
HomeEconomiaTaylor Swift: quando musica e marketing formano un connubio vincente

Taylor Swift: quando musica e marketing formano un connubio vincente

Lo scorso 19 aprile è uscito l’album intitolato The Tortured Poets Department, ultima fatica della poliedrica artista. La Swift, oltre ad essere un’artista molto apprezzata ma anche criticata allo stesso tempo, vanta l’uso di sorprendenti strategie di marketing capaci di enfatizzare il suo genio artistico

Queste strategie sono evidenti in tutto il suo percorso ed in particolare in occasione del lancio del suo nuovo album, annunciato il 5 febbraio durante i Grammy Award. Come riporta Marketing Espresso, sfrutta innanzitutto un grande evento mediatico come i Grammy, ma utilizza anche uno storytelling che sembra segnare la fine di un’era e l’inizio di una nuova: non a caso sia l’artista che la sua community sono soliti riferirsi ai suoi album come vere e proprie ere. Il post del nuovo album condiviso sui social consacra, inoltre, l’inizio di un nuovo feed design. Si passa infatti dai colori sgargianti simbolo del precedente album, ai toni del bianco e del nero di quello nuovo. L’engagement è in questo modo assicurato poiché permette ai fan di generare e di identificarsi in dei moodboard diversi per tutti i diversi album, cioè delle rappresentazioni visive di concetti e idee utilizzando immagini, testi, oggetti di design, realizzati con dei template e molto presenti nei social. Sempre secondo Marketing Espresso, il vero punto di forza della Swift è rappresentato dalla FOMO (Fear Of Missing Out), che permette la nascita di sensazioni di esclusività e di trepidazione. Tali percezioni sono realizzate grazie ad annunci criptici, sfide ai fan ed easter eggs, come vengono chiamati in gergo, che fanno sì che i fan stessi si dimenino condividendo online le proprie teorie circa il significato di post condivisi e canzoni, dichiarazioni della cantante stessa e quant’altro. Si generano così degli User Generated Content (UGD), dei contenuti generati dagli utenti stessi che rappresentano la nuova frontiera del digital marketing. Non mancano neppure proficue collaborazioni come quella con Spotify, che ha creato un’installazione a Los Angeles piena delle già citate easter eggs. Utilizzando Apple Music era invece presente un gioco per cui fino alla data di lancio del nuovo album venivano nascoste delle parole di alcune sue canzoni precedenti. Tali azioni vengono espresse dal concetto di gamification, vale a dire l’utilizzo di meccanismi di giochi, e più specificamente dei videogiochi, in contesti non ludici per attrarre clienti e potenziali clienti.

Le strategie negli anni

Come già anticipato, tali strategie non sono una novità per l’artista, che vanta negli anni una certa lungimiranza in tal senso. Come afferma Meraviglia.lab la Swift incarna un po’ la “Teoria di Darwin” della musica, in quanto sa adattarsi ai nuovi ambienti e reinventarsi, sia per quanto riguarda l’esplorazione di diversi generi musicali che, per l’appunto, relativamente a nuove strategie di marketing e promozione, senza perdere mai di vista la sua essenza. Possiamo definirla anche una pioniera di certe azioni di marketing digitale sui social che oggi sono invece la normalità. Un esempio di ciò è la pratica di archiviare tutti i post del profilo Instagram di un artista per promuovere un nuovo album, messa in atto per la prima volta proprio da Taylor Swift per la promozione dell’album Reputation nel 2017. Sono state ideate anche iniziative personalizzate ai fini di interagire il più possibile con i fan, come riporta anche Medium. È quanto avvenne nel 2014 con la pubblicazione dell’album 1989, dove un gruppo di fan ha avuto la possibilità di partecipare ad un listening party a casa dell’artista. L’esperienza era stata poi condivisa sui social e ricevette numerosissimi consensi. Non da meno neppure una nuovissima funzione di Instagram creata ad hoc per il nuovo album, dove cliccando sul suo profilo era possibile vedere un countdown relativo alla sua uscita.

Al di là dai gusti musicali, parlano i numeri: Taylor Swift è stata l’artista più ascoltata su Spotify del 2023. Inoltre, il suo The Eras Tour (in cui si esibisce con canzoni provenienti da tutti i suoi album precedenti) vanta il record di essere il tour con più incassi della storia, rappresentando un vero e proprio volano per il PIL degli Stati Uniti.

Vanessa Rosa
Studentessa della facoltà di Economia (Marketing ed export digitale)
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti