sabato, 10 Dicembre 2022
HomeRelazioni internazionaliCrisi in Ucraina: Stati Uniti e Russia tentano un dialogo in nome...

Crisi in Ucraina: Stati Uniti e Russia tentano un dialogo in nome della sicurezza

Stati Uniti e Russia terranno un incontro per discutere della questione ucraina. L’obiettivo è arrivare ad un accordo per garantire la sicurezza dell’area

Il 10 gennaio 2022, a Ginevra, si terrà un incontro tra Stati Uniti e Russia.

I due Paesi, infatti, terranno le prime conversazioni circa la sicurezza della frontiera ucraina. L’informazione è stata resa nota, martedì 28 dicembre, dall’agenzia di stampa russa TASS, che ha riportato la dichiarazione ufficiale del viceministro degli Affari Esteri russo, Sergej Rjabkov.

Anche gli Stati Uniti, attraverso il portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale (NSC), hanno confermato la notizia.

Joe Biden, Presidente degli Stati Uniti d’America, ha assunto una posizione chiara nell’affrontare la controversa questione ucraina: ha dichiarato di voler creare un’alleanza per frenare la Russia, cercando, tuttavia, di conciliare la dissuasione con la diplomazia. 

In un comunicato ufficiale, il portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale assicura che gli Stati Uniti sono disposti ad intraprendere una diplomazia di principi con la Russia.

Dunque, durante il dialogo sulla sicurezza strategica, Stati Uniti e Russia intavoleranno le trattative volte al superamento delle reciproche preoccupazioni.

Ciascun Paese porrà in risalto le principali problematiche e l’obiettivo sarà quello di raggiungere un punto in comune, considerando altresì le attività della Russia nel territorio.

Il portavoce dell’NSC, sostiene che le azioni statunitensi avverranno nel rispetto dei propri alleati, inclusa l’Ucraina, sottolineando come, in alcune tematiche, si potrà trovare un terreno di incontro mentre in altre non sarà possibile.

Inoltre, secondo una nota pubblicata su Internet dal Ministero degli Affari Esteri, la Russia chiede valide garanzie dagli Stati Uniti e dagli alleati NATO riguardo alla sicurezza lungo le sue frontiere.

Vessillo della NATO. Fonte, Wikimedia Commons

In primo luogo infatti, vuole un accordo vincolante in base al quale l’Organizzazione del Patto Atlantico del Nord non dovrà espandersi ulteriormente ad Est; e, inoltre, ha già espresso contrarietà riguardo l’intento dell’Ucraina di unirsi ad un’alleanza militare.

Si tratta di una situazione piuttosto complessa, che richiede tempo e un’adeguata mediazione. Ragion per cui, secondo quanto riportato alla CNN da un addetto stampa della NATO; il segretario generale dell’Irganizzazione, Jens Stoltenberg, avrebbe convocato per il 12 gennaio 2022 una riunione separata del Consiglio Russia-NATO.

Denise Ciardiello
Studentessa della Facoltà di Scienze della Politica e delle Dinamiche Psico-Sociali
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti