lunedì, 6 Febbraio 2023
HomeRelazioni internazionaliVon der Leyen: «l'UE deve agire contro le distorsioni del piano climatico...

Von der Leyen: «l’UE deve agire contro le distorsioni del piano climatico statunitense»

L'Unione Europea deve affrontare le "distorsioni" create da un piano statunitense da 430 miliardi di dollari per incentivare le tecnologie rispettose del clima

Secondo quanto riporta la BBC, alcuni membri dell’UE hanno criticato l’Inflation Reduction Act (IRA) degli Stati Uniti, sollevando il timore di una guerra commerciale secondo cui le agevolazioni fiscali potrebbero attirare le imprese dell’UE e svantaggiare l’economia europea.

A tal proposito, la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha affermato che l’UE dovrebbe «adeguare le proprie regole» in quanto «la concorrenza è positiva ma deve rispettare condizioni di parità» ha evidenziato durante un discorso in Belgio.

In base all’IRA, i consumatori statunitensi riceveranno incentivi per l’acquisto di automobili elettriche nuove e di seconda mano, impianti per riscaldare le loro case con pompe di calore e persino per cucinare utilizzando l’induzione elettrica.

Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden l’ha definita «l’azione più aggressiva» intrapresa dal suo Paese per affrontare la crisi climatica. Gli alleati europei la considerano una minaccia anticoncorrenziale per l’occupazione in Europa, soprattutto nei settori dell’energia e dell’automobilistica.

Ursula von der Leyen ha affermato che l’Unione Europea deve collaborare con gli Stati Uniti «per affrontare alcuni degli aspetti più preoccupanti della legge», aggiungendo che l’UE deve anche «adeguare le proprie norme sugli aiuti di Stato per stimolare gli investimenti pubblici nella transizione ambientale».

La nuova legislazione è stata sollevata durante il viaggio del Presidente francese Emmanuel Macron a Washington per incontrare Biden questa settimana.

Il Presidente degli Stati Uniti ha detto che potrebbero essere apportate modifiche per rendere più facile per le imprese europee beneficiare del pacchetto di sovvenzioni.

«Non ho mai avuto intenzione di escludere le persone che collaborano con noi: siamo tornati in affari, l’Europa è tornata in affari e continueremo a creare posti di lavoro negli Stati Uniti, ma non a spese dell’Europa», ha dichiarato Biden.

In un’intervista rilasciata domenica scorsa negli Stati Uniti, Macron ha dichiarato che la questione è «risolvibile» e che il colloquio con Biden è stato «franco e proficuo», affermando inoltre che «indebolire l’industria europea non è nell’interesse dell’amministrazione e della società statunitense».

Martina Tominic
Studentessa della Facoltà di Economia.
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti