martedì, 18 Giugno 2024
HomeEconomiaRegno Unito: crollo dei profitti del marchio di lusso Burberry

Regno Unito: crollo dei profitti del marchio di lusso Burberry

La domanda dei prodotti di lusso è diminuita anche in Cina

Il marchio di lusso britannico Burberry ha registrato un calo dei profitti annuali e le vendite dei beni di lusso sono diminuite anche in Cina. Le vendite sono crollate del 12% nell’ultimo trimestre, mentre in Cina sono crollate del 19%, come riporta la CNN.

Il calo è stato imputato a fattori come l’aumento del costo della vita e dei tassi d’interesse. Nei risultati preliminari di mercoledì scorso, è stato registrato un utile ante imposte di 383 milioni di sterline con un conseguente calo del 40% rispetto ai 634 milioni di sterline dell’anno precedente, come riporta The Guardian.  

In Asia e nel Pacifico le vendite sono aumentate del 3% durante l’intero anno, ma nella seconda metà dell’anno sono diminuite del 7% rispetto all’anno precedente. Invece in America sono diminuite del 14% nella seconda metà dell’anno e del 12% durante l’intero anno.

La casa di moda britannica è rimasta indietro rispetto a concorrenti come Hermes e Prada, che invece hanno registrato un aumento delle vendite. Anche il proprietario di Gucci, il rivale più vicino di Burberry, ha visto un calo delle vendite del 10% nel primo trimestre, mentre le vendite di Louis Vuitton sono crollate nell’ultimo trimestre.

Yanmei Tang, analista di Third Bridge, ha dichiarato: «Burberry è tra i marchi che sono stati colpiti dal rallentamento osservato nel più ampio settore del lusso. I clienti di fascia alta sono diventati più esigenti riguardo a ciò che acquistano».

Jonathan Akeroyd, amministratore delegato di Burberry, ha dichiarato: «sebbene i risultati finanziari dell’intero anno siano stati inferiori alle nostre aspettative iniziali, abbiamo fatto buoni progressi rifocalizzando l’immagine del nostro marchio, evolvendo il nostro prodotto e rafforzando la distribuzione apportando al contempo miglioramenti operativi». Inoltre, ha aggiunto: «rimaniamo fiduciosi della nostra strategia per realizzare il potenziale di Burberry come moderno marchio di lusso britannico e della nostra capacità di affrontare con successo questo periodo».

Burberry spera che una gamma più vasta di prodotti e con prezzi più ampi possa attrarre i clienti. La sua terza collezione è stata presentata alla London Fashion Week a febbraio scorso e in particolare è stata incentrata sulla tradizione dei capispalla.

Viviana Filardi
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti