lunedì, 30 Gennaio 2023
HomeNotizie dal mondoSparatoria a Parigi: fermato l’attentatore

Sparatoria a Parigi: fermato l’attentatore

Sarebbe un 69enne con precedenti l’uomo che ha aperto il fuoco in un centro curdo e poi in strada

Secondo quanto riporta la BBC, un uomo è stato immediatamente fermato dopo aver sparato diversi colpi in un centro culturale curdo e prendendo di mira le persone in strada, uccidendone tre e ferendone altre tre, due di queste sarebbero in condizioni gravi. L’uomo, di 69 anni, è già noto alle forze dell’ordine e sarebbe uscito recentemente di prigione.

Il movente non è ancora stato spiegato dall’assalitore, ma le autorità hanno motivo di credere che l’uomo sia stato mosso dall’odio razziale anche considerando il suo trascorso dell’8 dicembre 2021, quando aveva tentato un attacco armato di spada ad alcune tende in un centro migranti a Bercy.

Le autorità hanno bloccato l’accesso a rue d’Enghien, la strada piuttosto frequentata dove si è consumata la tragedia, invitando inoltre i cittadini ad evitare la zona per il momento.

Una rappresentante del centro preso di mira ha lamentato la mancanza di controlli da parte delle forze dell’ordine nella zona e ha criticato il comune di Parigi per aver lasciato indifesa la comunità curda. Alcune ore dopo l’accaduto, si sono sviluppati dei tafferugli fra protestanti curdi e polizia francese. I manifestanti hanno lanciato oggetti e sedie contro gli agenti, che hanno riposto con il lancio di lacrimogeni. Alcuni gruppi curdi in Francia hanno annunciato altre manifestazioni per domani al centro di Parigi.

Secondo la ricostruzione di molti, l’uomo sarebbe entrato nel centro culturale dove avrebbe esploso alcuni colpi, per poi uscire in strada e sparare ancora verso un ristorante curdo e un parrucchiere. Le vittime erano di etnia curda. L’uomo è stato braccato sul luogo dagli agenti francesi e portato prima in ospedale e poi in carcere. Il ministro degli interni francese Gérald Darmanin si è recato sul luogo per rispondere alle domande dei giornalisti e avere un quadro più chiaro sulla vicenda.

Alessio Tibaldi
Studente di marketing per le relazioni internazionali
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti