lunedì, 5 Dicembre 2022
HomeLingue e CultureSeconda laurea gratis per tutti i residenti in Russia

Seconda laurea gratis per tutti i residenti in Russia

È stata approvata dal primo ministro Mikhail Mišustin la seconda laurea gratuita nel campo delle belle arti per chiunque abbia la residenza in Russia

A partire dal prossimo anno accademico, tutti i residenti in Russia potranno ottenere gratuitamente una seconda o, ad ogni modo, ulteriore laurea nel campo delle belle arti. È questo quanto si evince dal comunicato rilasciato durante la conferenza stampa del portavoce del Consiglio dei ministri.

Già da giugno 2021 è stata sviluppata ed approvata la legge in questione per ordine del presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, che prevede il diritto dello studente di ricevere una seconda laurea gratuita in ambito artistico.

Sia la procedura di ammissione che l’elenco delle università che faranno parte di tale decreto sono stati approvati dal primo ministro Mikhail Mišustin. Sarà quindi possibile svolgere questo percorso di studi gratuito in dieci delle principali università specializzate, ossia: l’Istituto statale Gerasimov di cinematografia, l’Istituto statale di cinema e televisione di San Pietroburgo, l’Istituto russo delle arti teatrali – GITIS, l’Istituto teatrale Boris Ščukin, l’Accademia Ščepkin di arte drammatica, la Scuola d’Arte Drammatica a Mosca. E poi ancora: l’Accademia russa di musica Gnesin, il Conservatorio statale Čajkovskij di Mosca, il Conservatorio statale Rimskij-Korsakov di San Pietroburgo e l’Istituto letterario Gorkij.

Accademia russa di musica Gnesin, Mosca. Fonte: Wikimedia Commons

Sono molteplici le classi di Laurea comprese nel fondo di bilancio che possono essere scelte dagli studenti, che vanno dalle più classiche come teatro, regia cinematografica e televisiva e composizione, alle più specifiche del settore come direzione artistica di un’orchestra lirica e sinfonica, coro accademico, ingegneria del suono musicale o ingegneria del suono delle arti audiovisive.

«La selezione dei candidati avverrà su base competitiva», si sottolinea nel comunicato. «I candidati non dovranno sostenere l’Esame di Stato Unificato (ndr. Il test di controllo universale delle conoscenze prevalentemente utilizzato in Russia), bensì delle prove creative e professionali, oltre ovviamente ad un comune colloquio». Solo coloro che otterranno il punteggio più alto nelle varie prove rientreranno nei posti a disposizione gratuiti, che sono limitati.

Parliamo, ad ogni modo, di una selezione alla quale potrà partecipare solo chi ha già ottenuto almeno una laurea. Coloro che infatti entreranno per la prima volta in un contesto universitario e sceglieranno di seguire un percorso di studi incentrato sulle belle arti verranno selezionati separatamente.

Questo è un cambiamento significativo nel mondo dell’istruzione russa, dal momento che in precedenza era possibile avere una borsa di studio gratuita solo per un unico percorso di laurea.

Valeria Coppola
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti