martedì, 6 Dicembre 2022
HomeNotizie dal mondoNASA: lancio del primo razzo dal centro spaziale di Arnhem

NASA: lancio del primo razzo dal centro spaziale di Arnhem

Un passo importante per la storia della NASA: è il primo lancio da una struttura di lancio commerciale al di fuori degli Stati Uniti

La NASA nel nuovo centro spaziale di Arnhem, lo scorso lunedì 27 giugno intorno a mezzanotte (ora locale), ha lanciato un razzo. La stessa agenzia governativa ha affermato: “Il lancio del razzo darà la possibilità di ampliare le ricerche astrofisiche che possono essere intraprese solo nell’emisfero australe”. Il lancio è stato anche il primo in Australia da 27 anni, il razzo è il primo di tre missili della NASA (National Aeronautics and Space Administration) a decollare dal centro spaziale di Arnhem.  Gli altri due lanci sono previsti il 4 luglio ed il 12 luglio. Il centro spaziale di Arnhem è gestito da un operatore commerciale, Equatorial Launch Australia, ed è l’unico sito di lancio tropicale multiutente di proprietà e gestione commerciale al mondo.

Il ceo di ELA (Equatorial Launch Australia), Michael Jones, ha parlato di una “notte storica” ​​per la sua azienda. Il primo ministro australiano Anthony Albanese ha affermato che il progetto ha segnato una “nuova era” per il settore spaziale australiano.

L’ultima volta che la NASA ha lanciato razzi dal Paese è stato nel 1995 dalla base segreta dell’Aeronautica Woomeraa. Circa 75 persone della NASA si sono recate in Australia per seguire i lanci. Gli indigeni Gumatj, i tradizionali proprietari della terra, hanno dato il loro permesso. Infatti, il Primo Ministro del Territorio del Nord Natasha Fyles ha definito il lancio come un momento “estremamente orgoglioso” per l’Australia, aggiungendo che è stato condotto con la benedizione degli aborigeni della zona. I razzi voleranno per circa 250 chilometri nel cielo per studiare i fenomeni di fisica del sole, di astrofisica e della scienza planetaria.

Il Ceo Jones ha ribadito: “Questo è solo l’inizio per noi”. L’interesse dell’Australia negli ultimi anni per la scienza spaziale è accresciuto. Il Paese ha anche firmato gli Artemis Accords, unendosi al programma che prevede di portare gli esseri umani sulla Luna e su Marte entro il 2025.

Margherita Cali
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione (LM-94)
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti