sabato, 25 Maggio 2024
HomeLingue e CultureIl problema dei 3 corpi: la nuova serie Netflix che divide gli...

Il problema dei 3 corpi: la nuova serie Netflix che divide gli utenti cinesi

‘Il problema dei 3 corpi’, la nuova serie tv Netflix, riscuote tante critiche dagli utenti cinesi che contestano ai produttori di mettere il Paese in cattiva luce

Il 21 marzo 2024 esce in Italia su Netflix una serie tv intitolata Il problema dei 3 corpi. Serie tv ispirata al primo libro della trilogia fantascientifica Memoria del passato della Terra dello scrittore cinese Cixin Liu.

La trilogia, riferisce la CNN, rappresenta una delle esportazioni culturali di maggior successo della Cina negli ultimi anni e vanta milioni di fan in tutto il mondo tra cui l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

La serie tratta di alcuni scienziati che devono far fronte alla più grande minaccia mai vissuta dalla Terra: una razza aliena, chiamata San-Ti, è costretta a scappare da un pianeta inospitale e minaccia di distruggere gli umani per poter sopravvivere.

Netflix non è visibile in Cina, ma gli utenti possono guardare i suoi contenuti usando dei VPN o usufruendo di versioni pirata. Tra gli utenti internet cinesi il dibattito sull’adattamento è diventato una questione politica, con alcuni che hanno accusato la produzione americana di rappresentare la Cina negativamente.

La serie, infatti, si apre con una scena ambientata durante la Rivoluzione Culturale di Mao Zedong, periodo in cui i nemici di classe venivano perseguitati dalle guardie rosse. Nella scena un professore universitario viene picchiato a sangue dai suoi stessi studenti. Molti utenti cinesi accusano i produttori della serie di utilizzarla come mezzo per presentare il paese sotto una cattiva luce.

In realtà l’autore della trilogia, Cixin Liu, ha dichiarato in un’intervista al New York Times nel 2019 che originariamente voleva aprire il libro con una scena della Rivoluzione Culturale di Mao, ma il suo editore cinese temeva che sarebbe stato censurato.

Inoltre, come scrive il Global Times, le critiche rivolte dal pubblico cinese all’adattamento sono dovute dal fatto che i gusti del pubblico internazionale sono diversi rispetto a quelli degli spettatori cinesi. Non si tratta di denigrare la Cina a livello ideologico ma della difficoltà di esprimere alcune delle sfumature della cultura cinese, riferiscono gli esperti.

RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti