sabato, 10 Dicembre 2022
HomeNotizie dal mondoGermania: bomba della Seconda Guerra Mondiale esplode a Monaco

Germania: bomba della Seconda Guerra Mondiale esplode a Monaco

L’ordigno è esploso durante i lavori di perforazione destinati alla costruzione della linea ferroviaria nel centro della capitale bavarese

Quattro persone, di cui una è in gravi condizioni, sono rimaste ferite a seguito dell’esplosione di una bomba della Seconda Guerra Mondiale nelle vicinanze della stazione centrale dei treni di Monaco, nel sud della Germania. È ciò che riporta la stampa locale, affermando che si trattava di un artefatto di 250kg che i lavoratori locali hanno urtato accidentalmente durante i lavori di realizzazione di una seconda linea suburbana della capitale bavarese.

Stazione centrale dei treni di Monaco, fonte Wikimedia Commons

Attualmente la causa dell’esplosione resta sconosciuta, poiché, in Germania, qualsiasi opera urbana sotterranea richiede un’indagine preliminare del luogo al fine di individuare questi ordigni inesplosi. 

«I detriti sono volati via a diverse centinaia di metri di distanza. Stiamo ispezionando tutta la zona», afferma il ministro degli interni tedesco Joachim Herrmann. 

La polizia e i vigili del fuoco hanno mandato in aiuto diverse squadre di emergenza sul luogo dell’accaduto. Come risultato dell’esplosione, l’intero trasporto ferroviario è stato sospeso per diverse ore e potrebbero verificarsi altri ritardi, poiché si stanno effettuando ulteriori controlli sulla zona dell’incidente. 

La polizia locale ha tranquillizzato la popolazione della capitale pubblicando un messaggio sulla pagina ufficiale di Twitter. La zona più vicina al luogo dell’esplosione, nelle vicinanze del ponte Donnersberger, è ancora transennata e sotto vigilanza di esperti che stanno verificando la presenza di eventuali ordigni. Come ulteriore forma di protezione ci sono 40 agenti delle forze armate e 2 elicotteri che controllano la zona dall’alto. 

Si ricorda che in Germania è ancora molto comune trovare bombe inesplose che risalgono alla Seconda Guerra Mondiale. Molte di queste sono quelle che hanno lasciato cadere gli Alleati e che ora, nella maggior parte dei casi, vengono rinvenute durante gli scavi in sotterraneo. 

In ripetute occasioni molte persone sono state evacuate nelle zone in cui si rilevava una minaccia sospetta data la presenza di bombe inesplose. L’evacuazione di massa più grande si è verificata nel 2017, a Francoforte, quando è stata rinvenuta una bomba britannica con una carica esplosiva pari a 1,8 tonnellate, avvenimento che ha portato all’evacuazione di circa 60.000 abitanti della zona. 

Un altro episodio si era verificato nel 2013 nella città di Dortmund quando, a seguito del ritrovamento della bomba Blockbuster, sono state evacuate circa 20.000 persone. 

Marco Buccella
Studente della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti