domenica, 4 Dicembre 2022
HomeNotizie dal mondoSeul, la festa di Halloween diventa tragedia: oltre 150 morti

Seul, la festa di Halloween diventa tragedia: oltre 150 morti

Nella capitale della Corea del Sud più d 150 persone sono morte in un evento organizzato per festeggiare Halloween nel quartiere di Itaewon

Nella zona della movida della capitale sudcoreana, Itaewon, almeno 150 persone hanno perso la vita e altre 82 sono rimaste ferite durante i festeggiamenti di Halloween. Il bilancio delle vittime potrebbe aumentare ulteriormente, poiché molti dei feriti sono in condizioni gravi.

I motivi del caos che ha condotto alla tragedia non sono ancora certi.

Secondo la ricostruzione di alcuni media locali, la confusione potrebbe essere stata scatenata dalla presenza di una celebrità in un locale della zona, dove una folla di persone avrebbe cominciato a precipitarsi finendo per calpestarsi a vicenda.

La fuga precipitosa e mortale è avvenuta sabato 29 ottobre, in uno stretto vicolo in discesa, largo quattro metri, vicino all’Hamilton Hotel.

L’accaduto rappresenta la peggiore tragedia in Corea del Sud dall’affondamento del traghetto Sewol nel 2014, che causò la morte di oltre 300 persone.

L’evento era il primo ad essere stato organizzato a Seul dopo tre anni di restrizioni dovute al COVID-19.

Tra le vittime, almeno 97 donne e circa 22 stranieri, secondo le autorità antincendio di Seul.

La polizia ha avviato un’indagine per determinare l’esatta causa dell’incidente.

Le autorità antincendio di Seul hanno ricevuto, durante la serata, dozzine di segnalazioni da persone presenti nell’area di Itaewon che avevano difficoltà respiratorie. Alcuni sopravvissuti affermano che un enorme gruppo di persone si è riversato nello stretto vicolo vicino all’Hamilton Hotel e la fuga è iniziata dopo che alcune tra loro sono cadute sopra ad altre, scatenando un effetto “domino” , ammucchiandosi gli uni su gli altri e rendendosi incapaci di muoversi o respirare, riporta la Yonhap.

La musica ad alto volume dei locali ha sovrastato le urla delle vittime e i morti «erano uno sull’altro come in una tomba», ha aggiunto un altro testimone.

Il presidente Yoon Suk-yeol si è rivolto alla nazione in diretta dall’ufficio presidenziale, dicendo che «la tragedia e il disastro di sabato non sarebbero mai dovuti accadere». Suk-yeol ha poi annunciato un periodo di lutto nazionale e l’abbassamento delle bandiere.

Il primo ministro Han Duck-soo ha in seguito confermato che il periodo di lutto sarà da domenica 30 ottobre fino a sabato 5 novembre. Inoltre, verrà allestito un altare nel centro di Seul per consentire ai cittadini di rendere omaggio alle vittime.

Il ministro ha aggiunto che i familiari delle vittime riceveranno un risarcimento per le spese funebri, mentre ai feriti verranno coperte le spese mediche. 

Il sindaco di Seul Oh Se-hoon, in visita in Europa, ha deciso di rientrare d’urgenza.

Seul ha ricevuto la solidarietà da diverse capitali occidentali, che si uniscono al lutto del paese.

Sara Grilli
Studentessa della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
RELATED ARTICLES

In evidenza

I più letti